Lilly Di Nolfo (Forza Italia – AG): “Micari, si dimetta dall’Università”

"SEGUA L'ESEMPIO, DI ARMAO"

0
201

Lilly Di Nolfo, vice coordinatrice Regionale di Forza Italia Giovani e coordinatrice Provinciale di Forza Italia Giovani Agrigento, in una nota inviata a Tele Acras scrive: “dalla campagna elettorale appena iniziata ci si aspetta, da parte di tutti, un livello di impegno e di proposta politica di alto profilo, proporzionata ai problemi endemici e gravissimi che affliggono la Sicilia”.

“Ci aspettiamo che i candidati alla presidenza si spendano per far conoscere le loro idee, i loro programmi e le strategie politiche che intendono mettere in atto per risollevare le sorti dell’Isola. Tali aspettative mal si coniugano con interferenze al limite tra il lecito e l’inopportuno messe in campo nella speranza di racimolare qualche voto. Mi riferisco nella fattispecie al Professor Micari, Rettore dell’Università di Palermo”.

“L’autonomia ideologica di cui sempre ha goduto l’Università impone che la più alta personalità che la rappresenta, qualora decida di confrontarsi politicamente, faccia un passo indietro e lasci da parte Università, studenti, dipendenti, professori, associati e quant’altro. La legge non lo obbliga. E’ vero. Ma le scelte nella vita non si fanno solo per obbligo di legge. Si fanno per opportunità, si fanno con intelligenza, si fanno per nobiltà di ideali e libertà d’animo. Davanti a queste cose non c’è legge che tenga”.

“Il fatto che il professor Micari, che dovrebbe rappresentare il volto nuovo della politica, sia anche candidato alla Presidenza della Regione, risulta purtroppo ai nostri occhi un’ingerenza che intende approfittare del ruolo ricoperto. Se proprio il professor Micari non intende dimettersi dovrebbe fare in modo che agli incontri da lui promossi partecipino anche gli altri candidati alla Presidenza perchè l’Università non è del Rettore ma è di tutti e tutti al suo interno dovrebbero poter far sentire la loro voce. Altrimenti – ed è la cosa più saggia – si lasci che l’Università si occupi di ciò che le è proprio, e si chieda ai candidati alla Presidenza – a tutti, Micari compreso – di svolgere altrove la campagna elettorale, dove nessuno potrà sospettare di ingerenze o conflitti di qualsiasi genere”.

“A nome dei giovani di Forza Italia, come vice coordinatrice regionale e provinciale dello stesso partito, chiedo che l’Università sia lasciata fuori dagli interessi politici, come ha egregiamente fatto il dottor Armao, il quale, quando ancora si discuteva di una sua possibile candidatura, si è dimesso dalla guida del Consorzio Universitario di Agrigento. Queste mi sembrano scelte di grande maturità politica e intellettuale. Speriamo che anche il professor Micari faccia lo stesso. Visto che non possiamo chiederlo alla legge ci permettiamo di chiederlo al suo buon senso”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO