Teatro Vittorio Emanuele (ME): da oggi, in esposizione, le opere dell’artista Adriano Bertazzoni

NELL'AMBITO DEL CICLO DI MOSTRE: "OPERE AL CENTRO", ORGANIZZATA DAL DOTTOR GIUSEPPE LA MOTTA

0
415

Per il ciclo di mostre “Opera al Centro”, organizzato e coordinato dal dottor Giuseppe La Motta, si inaugura oggi al Teatro Vittorio Emanuele di Messina una interessante mostra d’arte contemporanea dal titolo “From bit to atom” del giovane artista messinese Adriano Bertazzoni. La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al prossimo 10 ottobre.

Bertazzoni si è formato all’Accademia di Belle Arti di Messina, laureandosi poi all’Accademia Belle Arti di Reggio Calabria, dove ha completato la sua formazione artistica. L’esposizione prevede ventuno lavori inediti dell’artista, risultati della ricerca stilistica e concettuale degli ultimi anni, tutti realizzati su tela che sorprenderanno i visitatori della personale.

Le sue fonti di ispirazione sono sottoposte a delle revisioni personali di indubbia forza, animate da una sorta di schietta espressività dove i punti di contatto tendono a scollarsi e ad allentarsi dalla banale resa formale per giungere su un terreno dove sono più degne di nota le differenze dai modelli piuttosto che le affinità con esse.

“L’artista mangia pane e arte tutto il giorno, ha delle particolari antenne per sentire intorno a sé quello che noi non sentiremmo in nessun’altra vita e quando ci sforziamo di guardare e riguardare davanti a noi qualcosa di interessante, lui, che non guarda ma vede, ha già visto tutto”! Ci riferisce Adriano.

Bertazzoni ha anche partecipato con successo, posizionandosi con un lusinghiero terzo posto, a “THE EYES”, il primo talent show nazionale prodotto da Sky ed interamente dedicato alla pittura.

“Personale, netta, neo oggettiva, tagliente, cromatica, imprevedibile e coraggiosa la pittura di Adriano Bertazzoni scomoda i nostri equilibri indolenti, non si può ignorarne la forza estetica e concettuale”! Queste invece le parole del prof. Francesco Mento dell’Accademia di Reggio Calabria.

Bertazzoni, è l’artista più giovane che verrà proposto nella rassegna che si aprirà domani e che sperimenta linguaggi e temi, cogliendo tutte le sollecitazioni del mondo attuale che vive di flussi ininterrotti di informazioni e immagini.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO