Cateno De Luca: la candidatura alle Elezioni regionali del 5 novembre 2017, con la prospettiva delle amministrative 2018 in città

#DELUCASINDACODIMESSINA

0
763

Cateno De Luca, candidato alle Elezioni regionali del prossimo 5 novembre, ma soprattutto con la prospettiva di diventare il futuro sindaco di Messina, stà compiendo un tour (oggi da piazza Castronovo all’Annunziata alta passando per San Licandro) in città ed afferma: “l’Amministrazione attuale, è il risultato incestuoso fra i proclami ed il compromesso per vincere le Elezioni. La città in questi anni, ha avuto il colpo di grazia, già fù comunque provata da decenni di mal governo”.

“C’è l’opportunità, di far scomparire la malarazza della politica clientelare e del malaffare, attraverso il voto, col quale si poter costruire un esercito di liberazione. E’ necessario, che i messinesi scendano in campo, si sveglino mettendoci la faccia per le prossime Elezioni del 2018, candidandosi nelle nostre liste (UDC-SCILIA VERA)”.

“L’Annunziata con il villaggio Matteotti, rappresenta il mancato risanamento (atteso da 100 anni) non attuato, ma anche il pericolo di un torrente non totalmente coperto e tombinato”.

Infine De Luca, sostiene: “tutti mi dicono, Messina non è Fiumedinisi non è Santa Teresa. E lo ribadiamo a tutti…, Messina è Fiumedinisi e Santa Teresa perchè le regole con le quali abbiamo agito a Fiumedinisi e a Santa Teresa sono identiche a quelle che vigono a Messina. Probabilmente però, a Messina non avete avuto uomini e donne di buona volontà che vi hanno rappresentato nel Palazzo municipale, diciamocelo chiaramente. E allora, oggi, dovete fare una scelta di campo ben precisa. Intanto, basta nell’affidarsi nelle mani di improvvisati, cioè soggetti che cavalcando la protesta fine a se stessa poi portano nel baratro la città e la comunità. E questo purtroppo, lo avete fatto cinque anni fa, quando vi siete affidati all’uomo col sandalo”.

Pubblicato da Filippo Pansera su Sabato 30 settembre 2017

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO