La storia di Emanuele, a “La Vita in Diretta”, raccontata dal suo papà [Video]

EMA ED IL SUO PESCIOLINO ROSSO

0
233

04 ottobre 2017 – A “La Vita in Diretta”, la storia di Emanuele morto nel 2013, raccontata dal suo papà Giampiero. Nel 2003, una estate caldissima caratterizzò i luoghi natii in provincia di Brescia. In un fiume poco distante da casa, padre e figlio avevano un pesciolino rosso. Il padre, vedendo che soffriva, propose ad Emanuele di liberarlo nelle acque del fiume. Subito la bestiola, si riprese…, ma poco dopo un’anatra lo mangiò.

Dieci anni più tardi, Emanuele era invitato ad una festa, Giampiero lo vide strano ma non ebbe il tempo di chiedergli perchè. A quella che doveva essere una occasione di spensieratezza, il giovane bevve molto forse gli fecero assumere anche della droga, al termine della serata, proprio vicino la sua abitazione Emanuele che non stava bene si buttò in acqua nel punto esatto dove diedero con il genitore la libertà al pesce.

Oggi, Emanuele non c’è più, ma continua ad esserci Giampiero che con la sua Associazione “Ema pesciolino rosso” divulga un importante messaggio agli studenti delle scuole di tutta Italia. Nel video che segue, la sua testimonianza nell’intervista realizzata da Marco Liorni.

La storia di Emanuele morto a 16 anni e del suo pesciolino rosso

La storia di Emanuele morto a 16 anni e del suo pesciolino rosso (a: "La vita in diretta").

Pubblicato da Messina Magazine su Mercoledì 4 ottobre 2017

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO