A Messina: il Teatro delle beffe e del malox

PRIMA PER PUGLISI, ORA PER BERNAVA

0
157

In riferimento alle ultime vicende che hanno interessato la massima Istituzione culturale cittadina, il giornalista Emilio Pintaldi scrive: “che strano destino quello del Teatro Vittorio Emanuele. Alle prese con commissariamenti, tagli, lettere anonime, denunce, polemiche e revisori. Sempre prigioniero di qualcosa”.

Ed ancora: “sempre al centro di una lotta intestina e di uno scontro tra Palermo e Messina. La leggenda vuole che il sovrintendente Bernava avesse comprato uno confezione di MALOX per sfottersi l’ex presidente Puglisi. Ma è finita che quel MALOX se lo sta ingoiando lui. Sembra che l’ex revisore Iervolino, diventato commissario e poi ex commissario, da revisore, abbia messo il bastone tra le ruote ai bilanci”.

Per concludere, Pintaldi afferma: “non bocciandoli ma astenendosi… salvo poi, è sempre la leggenda a raccontarlo, a mettere qualche pulce nell’orecchio agli uffici palermitani. Insomma il Vittorio rischia di farsi mangiare da veleni e muffa…”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO