Sull’emergenza Vigili Urbani di Messina, il consigliere Gioveni avanza una proposta

"CI SI AFFIDI, ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO"

0
316

Sull’emergenza Vigili Urbani, di Messina, il consigliere comunale di Palazzo Zanca, Libero Gioveni, avanza una proposta e scrive: “perché non ricorrere, oltre alla polizia metropolitana, anche alle associazioni di volontariato presenti sul territorio che per statuto operano anche a tutela della pubblica sicurezza per affrontare temporaneamente l’attuale emergenza Vigili Urbani dovuta all’assenza forzata dei 49 contrattisti?”.

E’ questa la proposta del consigliere comunale Libero Gioveni, che aveva già lanciato l’idea di ricorrere alla polizia metropolitana (già formalizzata nei giorni scorsi dall’Amministrazione), e che adesso spera si possa prendere in considerazione questo ulteriore percorso nell’importante seduta della Commissione Viabilità convocata su sua richiesta il prossimo 23 ottobre dedicata al tema “emergenza Vigili Urbani”.

Esordisce Gioveni: “l’apporto della polizia metropolitana, infatti potrebbe anche non bastare sulla base delle dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi a Palazzo Zanca dal suo comandante, per cui si rende necessario, viste le tante incombenze a cui il ridottissimo organico del Corpo deve far fronte, attingere da altre fonti (nell’attesa di avere anche i 23 concorsisti), quanto meno fino al prossimo 31 dicembre, periodo in cui terminerà, si spera, questa -odissea-“.

Prosegue convinto il consigliere: “diverse sono le associazioni presenti sul territorio, che potrebbero essere coinvolte stipulando delle convenzioni o dei protocolli d’intesa! Sarebbero le stesse associazioni o enti per le quali avevo chiesto nel 2014 anche un coinvolgimento da parte dell’Amministrazione nell’ambito di un importante progetto denominato -nonni Vigili- dedicato all’antibullismo, pensato tempo fa anche durante la sindacatura Buzzanca”.

Si tratta: “dei corpi di polizia in congedo, l’A.C.C.I.R (Associazione Cattolica Culturale Italiana Radioperatori), l’U.N.A.C. (Unione Nazionale Arma Carabinieri), i Vigili del Fuoco discontinui volontari, la Nazionale Rangers d’Italia, la Messinese Polizia Municipale in congedo, la Nazionale Finanzieri d’Italia, la Nazionale Carabinieri in congedo, la Nazionale Polizia di Stato e del Corpo di Polizia Provinciale e della Polizia Municipale, nonché tutte le associazioni di volontariato e le organizzazioni sindacali dei pensionati (SPI, FNP e UILP)”.

Denuncia l’esponente del gruppo Misto: “tra l’altro, proprio in questi giorni ho ricevuto anche altre preoccupanti segnalazioni di disservizi dai genitori dei bambini della Scuola elementare -Gentiluomo- e -La Pira- di Camaro, per la totale assenza dei Vigili urbani che da decenni, a ridosso del pericolosissimo svincolo di Messina centro, garantiscono con 2 pattuglie la loro presenza a garanzia della sicurezza dei piccoli alunni”.

Conclude Gioveni: “pertanto auspico che sindaco, assessore Cacciola e comandante Ferlisi possano valutare anche la fattibilità di questo percorso per -tappare- i classici buchi provocati da queste purtroppo inevitabili assenze dei contrattisti”.

NESSUN COMMENTO

COMMENTA L'ARTICOLO