Marco Bellantone (un genitore della Scuola Crispi – Pascoli): “Chiedo che chiunque abbia in qualsivoglia maniera garantito sulla bonifica, dando rassicurazioni sulla fruibilità delle aree del plesso, rimetta il proprio mandato”

"SIA GLI ASSESSORI PINO E ALAGNA, SIA LA DIRIGENTE SCOLASTICA, SIA ALCUNI DEI RAPPRESENTANTI DEI GENITORI"

0
390

Uno dei protagonisti della situazione che dal 4 dicembre scorso ha coinvolto un Istituto scolastico messinese, scrive: “da genitore per primo e per essere stato, insieme a tanti altri, attore principale di questa assurda vicenda, chiedo che chiunque abbia in qualsivoglia maniera garantito sulla bonifica i genitori, dando rassicurazioni sulla fruibilità delle aree del plesso, rimetta il proprio mandato, sia gli Assessori Pino ed Alagna, sia la dirigente scolastica del Pascoli/Crispi, sia alcuni dei rappresentanti dei genitori”.

“Questi ruoli non possono essere tenuti da chi si è giocata la propria credibilità su una questione che vedeva coinvolta la salute di 1200 alunni, 1200 bambini, 1200 gocce di futuro della nostra Città. Abbiamo dovuto difendere il diritto dei bambini da soli, a mani nude, abbiamo sconfitto la vostra prosopopea, il vostro essere sicuri di..! Sicuri di cosa? Sicuri che era tutto a posto? Lasciate il vostro ruolo, se riuscite a comprenderlo donate ai bambini questa perla di saggezza, chi non è adeguatamente preparato e motivato non deve ricoprire ruoli apicali”.

“Ringrazio solo l’Asp nella persona della dottoressa Caruso che, senza tentennamenti ha immediatamente risposto ai nostri giustificati appelli, benché chi avrebbe dovuto non avesse ancora fatto. Ringrazio l’Arpa, nella persona del dottor Marchese che, pur avendo tentato di spiegare ad ogni livello di non essere competente, per spirito di servizio si è messa a disposizione. Non posso assolutamente ringraziare chi non si è mai visto, il signor sindaco, non posso ringraziare i vari dirigenti comunali che hanno presenziato alle riunioni trattando i genitori come fossero degli invasati, non posso altresì ringraziare quelli che adesso tenteranno di speculare elettoralmente su questo traguardo che è ascrivibile solo ai signori genitori, ai piccoli eroi che stanno facendo quanto dovuto per continuare a studiare, con una sola grande certezza, le loro mamme ed i loro papà non permetteranno mai a nessuno di prendersi gioco del loro futuro…”.