A “Storie Italiane” su Rai1, questa mattina, si è parlato dell’operazione “Principessa” [Video]

A PONTEDERA (PISA), UNA VICENDA DI PROSTITUZIONE RISALENTE AL 2016

0
164

16 maggio 2018 – Questa mattina a “Storie Italiane” su Rai1, nel corso del programma condotto da Eleonora Daniele, si è trattata la vicenda legata ad un triste caso di sfruttamento del corpo femminile avvenuta in Toscana due anni fa.

Nel corso della puntata tra gli altri, sono intervenuti: “Ines Pisano (magistrato), Antonello Marziale (Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Calabria), Rosario Trefiletti (Federconsumatori)”.

E’ il 2016, quando una bufera giudiziaria sconvolge la tranquilla quotidianità dei un paese in provincia di Pisa. Ragazze ancora minorenni, finiscono in un mondo sommerso dove tutto sembra assumere aspetti e contorni privi di logica. Per avere soldi in tasca ed acquistare abbigliamento e accessori o per soddisfare i loro piccoli desideri cadono nel giro della prostituzione minorile.

Ancora una volta, gli scenari sono gli stessi già visti in tante inchieste che negli ultimi anni hanno toccato grandi città, come: “Roma, Torino, Avellino e Palermo”.

Clienti più o meno facoltosi e ragazzine non ancora diciottenni al centro delle attenzioni morbose di uomini maturi. A far scattare le indagini, la denuncia della mamma della minorenne, la quale insospettita dal cambiamento di sua figlia, dagli acquisti frenetici delle ultime settimane si rivolge ai carabinieri di Pontedera. Prende il via così, l’operazione “Principessa”. I carabinieri portano alla luce, un giro di prostituzione tra Valdera e Valdarno. Stando alle indagini, il reclutamento delle ragazze indotte alla prostituzione con la lusinga di facili guadagni avveniva attraverso la selezione online. Poi, le 4 persone che gestivano i locali, tra cui una donna, due delle quali già condannate per sfruttamento e induzione alla prostituzione, per le altre due è in corso il processo ordinario, cercavano le ville nella provincia di Pisa e Livorno. Ville, in cui le giovani incontravano i clienti. Così come emergerebbe dalle intercettazioni e dalla testimonianza della minorenne le ragazze dovevano avvicinare i clienti invitandoli a consumare alcolici, consentendo loro, approcci più o meno espliciti. In alcuni casi le giovani, sarebbero state invitate a seguire alcuni clienti in serate particolari, anche all’esterno del locale.

Accetta i cookies di YouTube per vedere questo video. Avrai così accesso a questo servizio offerto da terze parti.

YouTube privacy policy

Se accetti, la tua scelta sarà salvata e la pagina verrà aggiornata.

Accetta i cookies di YouTube per vedere questo video. Avrai così accesso a questo servizio offerto da terze parti.

YouTube privacy policy

Se accetti, la tua scelta sarà salvata e la pagina verrà aggiornata.