Presentato, al Teatro Vittorio Emanuele di Messina: “Lelè il mafioso.it”

UN MODO DIVERSO, PER PARLARE DI OMOSESSUALITÀ E MAFIA

0
269

Articolo, tratto da: “www.messinaindiretta.it”.

“Il mio sogno è quello di portare questo musical in tutto il mondo e usare la prima di Messina come trampolino di lancio per Broadway; alcuni miei amici americani del settore hanno letto la sceneggiatura e mi hanno detto che ci sono buone possibilità che questo spettacolo possa avere successo negli Usa”. A dirlo durante una conferenza stampa all’Ente Teatro di Messina Paolo Picciolo, sceneggiatore e produttore messinese del musical Lelè il mafioso.it, presentando lo spettacolo, che andrà in scena il prossimo venerdì 7 Dicembre alle 21 al Teatro Vittorio Emanuele di Messina.

“Ho deciso – prosegue Picciolo – di dedicarmi al racconto di storie e alla scrittura di sceneggiature per il Teatro, un settore che mi ha sempre molto affascinato. Quest’ultima storia dalla quale nasce il musical, è quella che mi ha intrigato di più: ho messo insieme mafia e omosessualità, di solito agli antipodi, per descrivere la vita del boss che ha un figlio gay che lo mette in imbarazzo. Tenta quindi, di fare andare il ragazzo in galera, ma poi è lui che finisce in carcere. Il figlio in sua assenza, rivoluziona la mafia in un’organizzazione seria, che paga le tasse, e si occupa prevalentemente di abbigliamento, cibo, vini e prodotti tipici esportandoli in tutto il mondo con il brand mafia e il sito il mafioso.it. Al suo ritorno il padre cercherà di tornare ai vecchi sistemi, tuttavia dovrà fare i conti con il suo amore per il figlio e con i cambiamenti della società.

Un modo diverso per parlare di omosessualità e mafia, usando la leggerezza per raccontare storie quotidiane, per far ridere, riflettere e sorridere”.