Festival internazionale del Corto. Per la Sicilia in gara il regista Paolo Inglese con “Non Me lo aspettavo”

0
675

In gara giovani talenti e attori di un certo calibro tra i quali spicca il nome dell’attrice Messinese Maria Grazia Cucinotta. I 60 finalisti da oggi sono già sulla piattaforma di Rai Cinema Channel.

Per la Sicilia in gara il regista Paolo Inglese, con il suo cortometraggio dal titolo “Non Me lo aspettavo”. Tanti gli spunti interessanti che la manifestazione offre, alcuni centrati su tematiche affettive, come l’impossibilità di dare l’ultimo saluto ai propri cari morti di Covid, altri che guardano oltre, alla speranza che si possa rinascere attraverso la bellezza dell’arte.

Anche la condizione femminile tra i contenuti trattati, con uno sguardo specifico sempre all’attuale periodo storico, in cui le donne stanno pagando lo scotto maggiore. Nell’ottica di una fotografia a 360 gradi della realtà, qualche riferimento alla piaga della scomparsa dei minori e alla malattia mentale; contenuti, questi ultimi, del corto “Sacrificio disumano” di Pierfrancesco Campanella, con l’attrice messinese Maria Grazia Cucinotta.

“Non me lo aspettavo – come lo stesso Paolo Inglese spiega –  narra la storia di una ragazza che si trova in difficoltà con la sua macchina, sperduta tra le strade impervie
di campagna. A un certo punto viene avvicinata da tre tipi molto loschi, ma le accadrà una cosa che le stravolgerà la vita. Tra gli attori del corto troviamo la protagonista Martina Mirone affiancata dagli attori Giuseppe Gagliostro, Otoniel Perez Ozuna e Fabrizio Di Pietro. Lo stesso è stato realizzato interamente in provincia di Messina. Soddisfatto il regista Paolo Inglese per questo risultato ottenuto”.