A Messina, i finanzieri hanno sequestrato un ingente numero di capi d’abbigliamento

IN DUE NEGOZI DEL CENTRO CITTADINO

502

I finanzieri del Comando Provinciale di Messina, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati alla tutela della sicurezza economica e finanziaria, hanno individuato nel quartiere Provinciale di Messina un negozio di articoli sportivi -sospetto-, che offriva alla libera vendita scarpe di marchi famosi, come Adidas, Fila e Saucony, ad un prezzo nettamente inferiore a quello di mercato.

A seguito di preliminari accertamenti è scattato il sequestro: “all’interno del negozio sono state sequestrate circa 350 paia di scarpe, ed il titolare è stato denunciato a piede libero per violazione della normativa sul diritto d’autore e per il reato di ricettazione”.

Nei pressi della centralissima piazza Cairoli, invece, è stato individuato un negozio che poneva in vendita capi di abbigliamento di marchi famosi, come Fred Perry, Lacoste, Harmont & Blaine e Ralph Lauren.

Anche in questo caso, gli accertamenti preliminari hanno portato a ritenere contraffatti i capi di abbigliamento: “sono stati, pertanto, sequestrati oltre 150 capi di abbigliamento tra maglie e pantaloni, ed il titolare, anche in questo caso, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria”.

I sequestri sono stati effettuati dai finanzieri della -Sezione Operativa Pronto Impiego-, i Baschi Verdi del Gruppo di Messina, militari specializzati, quotidianamente impegnati nei servizi finalizzati al contrasto degli illeciti economico-finanziari connessi al commercio di prodotti contraffatti, nei settori connotati da maggiore pericolosità sociale, come lo spaccio e il traffico di sostanze stupefacenti, e nei servizi di concorso al mantenimento dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica in ambito Provinciale.