Al Policlinico Universitario di Messina: una 33enne di Taormina, è deceduta ieri

DOPO UN INTERVENTO (CONSIDERATO DI ROUTINE), AL NASO

0
1348

Nella giornata di ieri, al Policlinico Universitario di Messina, si è verificata una morte improvvisa, quella di una giovane madre 33enne di Taormina, Valentina Carella. Il suo decesso, è avvenuto 24 ore dopo l’operazione di otorinolaringoiatria alla quale si era sottoposta.

Non si sa ancora il motivo per cui  già dalla mattinata di ieri, le sue condizioni si siano aggravate al punto tale da dover indurre il coma farmacologico, per poi nel pomeriggio accertarne la compromissione dei parametri vitali e la sua fine. Ogni tentativo di strapparla ad un epilogo tanto devastante, si è rivelato infruttuoso.

Mercoledì scorso, Valentina si era ricoverata al Policlinico di viale Gazzi per sottoporsi ad un intervento (considerato di routine) al setto nasale, ma tuttavia qualcosa non è andato come doveva. Adesso, sarà compito della Procura della Repubblica, stabilire cosa sia accaduto.

La donna, era molto conosciuta nella Perla dello Jonio, in quanto figlia dell’ex assessore comunale Gaetano Carella e di Franca Munafo’ che da anni opera con impegno nel sociale.

I responsabili del Policlinico di Messina, esprimono sentimenti di cordoglio nei confronti dei familiari, il direttore sanitario Paolina Reitano ha  deciso di costituire una Commissione di Vedica che possa determinare con esattezza quanto è successo, tutto nel solco di una piena collaborazione con l’Autorità Giudiziaria.

La prematura scomparsa di Valentina, lascia nel dolore il marito Carmelo ed orfano il loro figlio di due anni e mezzo. La comunità taorminese, è stretta in questi momenti di lutto alla famiglia Carella.