Aldo Puleio (presidente dell’Associazione Genitori Per Sempre – ME): “Il ddl Pillon non tutti sanno cos’è”

"SE PASSA QUESTO PROVVEDIMENTO, FINIRANNO LA MAGGIOR PARTE DELLE FALSE ACCUSE DI UN CONIUGE NEI RIGUARDI DELL'ALTRO"

0
1278

Aldo Puleio (presidente dell’Associazione Genitori Per Sempre di Messina), scrive su Facebook: “Il ddl Pillon non tutti sanno cos’è. Non tutti lo vogliono. È una proposta di Legge che tende a circoscrivere la discrezionalità dei giudici in maniera di separazione, configura delle chiare linee guida da seguire in questi casi e garantisce un minimo di dodici pernotti al mese del minore con il genitore -non collocatario-. Rende reale il mantenimento diretto (salvo diverso accordo tra le parti) così che l’ex coniuge non utilizzi per sé il denaro ricevuto dall’altro coniuge poiché ognuno deve partecipare attivamente alla vita del bambino”.

“Se passa questo ddl finiranno anche la maggior parte delle false accuse da parte di un coniuge nei confronti dell’altro, al solo fine di avere indebiti vantaggi e non ci saranno più madri pigliatutto che potranno fare il bello e il cattivo tempo con la prole nei confronti dell’uomo (dato che statisticamente la maggior parte dei bambini figli di genitori separati viene collocato dalla madre attraverso un finto affido condiviso). Cesseranno di esistere i falsi e le false disoccupate, tutto a vantaggio della legalità. Non ci saranno più liti per via dei mancati giorni di visita (dovuti a malattie improvvise o malanni che durano settimane…). Le diatribe in Tribunale avranno vita breve in quanto bisognerà attenersi a determinati accordi e impegni tra le parti”.

“I bambini cresceranno con tutte e due le figure genitoriali presenti e attente ai loro bisogni, com’è giusto che sia (ricordiamo che da ottimo genitore quasi sempre l’ex coniuge viene descritto come un poco di buono). Dunque chi ha da perdere con questo ddl pillon fortemente contrastato su più fronti? Chi ha costruito la propria carriera su queste tematiche. È bene mettere al bando certi pseudo personaggi che si auto elogiano o che sbandierano i diritti dei minori salvo poi fare esattamente l’opposto grazie ai racconti menzogneri dei propri e delle proprie clienti anche in virtù del Dio denaro, che, come tutti sanno, vince ogni morale e riesce a far calpestare ogni dignità. Giorno 16 settembre 2018 saremo a Messina per raccogliere firme a sostegno della nuova Legge e per sensibilizzare nuovamente l’opinione pubblica su questo delicatissimo tema”.