Alle 17 di oggi, un pescatore ha rinvenuto un cadavere nelle acque prospicienti il villaggio di Torre Faro a Messina

SI TRATTA DEL 42ENNE GIUSEPPE SANO' EX CONSIGLIERE DEL 6° QUARTIERE

761

Alle 17 di oggi, un pescatore ha rinvenuto un cadavere nelle acque prospicienti il villaggio di Torre Faro a Messina.

Si tratta del 42enne Giuseppe Sanò, informatore scientifico ed ex consigliere del 6° Quartiere, che si sarebbe dovuto sposare a settembre. Oltre all’impegno nella Circoscrizione messinese, alle Elezioni Amministrative del 2018 si candido’ nella Lista Percorso Comune a sostegno dell’ex candidato a sindaco Renato Accorinti ed alle Europee del 2019 con +Europa raggiungendo 2.000 voti e risultando il secondo dei più votati in città dopo l’assessore della Giunta De Luca… Dafne Musolino.

Il corpo dello sfortunato professionista, e’ stato successivamente preso dal personale della Guardia Costiera immediatamente giunto sul posto a bordo di una unita’ navale. Sembrerebbe, che sia stato colto da un malore nel corso di una immersione subacquea, una attivita’ della quale era appassionato.

L’uomo si trova ora, all’interno della motovedetta della Capitaneria di Porto che e’ ormeggiata al Porticciolo Marina del Nettuno in attesa di disposizioni da parte del magistrato di turno. Il padre dell’ex esponente circoscrizionale, avrebbe riconosciuto la salma del figlio. Nei prossimi giorni, secondo le rituali operazioni, dovrebbe essere eseguito l’esame autoptico gestito dal medico legale. Sul tragico fatto, indaga la Sezione di Polizia Giudiziaria composta dai militari guardacoste.

Lo scorso 4 maggio, su Facebook aveva scritto Sanò: “vi devo dare una buona e una cattiva notizia. La buona è che la muta mi è entrata, la cattiva è che non pigghiai nenti. A parte gli scherzi, finalmente mi sono rilassato un po’ come piace a me. Vi regalo qualche scatto della giornata”.