Andrea Castorina (ME): un giornalista di Messina, costretto a cambiare strada

ED A CONFRONTARSI SPESSO, CON LA REALTA' DI UNA CITTA' IN: "DEGRADO, CRISI, PROTESTA ED EMERGENZA"

1326

Andrea Castorina, giornalista pubblicista che ha condiviso tempo della sua vita collaborando con una storica testata cittadina (l’antesignana dalle nostre parti nel settore dell’informazione attraverso il web), scrive: “dopo due anni, si chiude qui la mia collaborazione con Normanno.com. Non ho mai utilizzato Facebook per veicolare questioni personali e professionali, ma trovo giusto comunicare a tutti la fine di un’avventura che senza dubbio mi ha fatto crescere regalandomi soddisfazioni in un settore delicato e difficile come il giornalismo online”.

“Ed è per questo che ringrazio pubblicamente Patrizia Vita, il direttore che in questi due anni mi ha seguito e coordinato. Con lei ho condiviso oneri e onori di questo mestiere in una città complicata come Messina, spesso mi ha suggerito una chiave di lettura alternativa che mi ha permesso di analizzare con più lucidità i tanti fatti che insieme abbiamo trattato”.

“Il rammarico è quello di non aver potuto raccontare (salvo rare eccezioni) una Messina diversa. Se ci si sofferma un attimo è frustrante pensare che, nei miei articoli, le parole più ricorrenti in questi due anni siano state -degrado-, -crisi-, -protesta- o -emergenza-. Una situazione difficile che mi porta a valutare altre destinazioni per tentare di imboccare la strada giusta nel campo lavorativo. Ma se a breve farò parte di quei 1500 ragazzi che, come abbiamo appreso nei giorni scorsi, ogni anno lasciano questa città, sarà comunque una sconfitta”.

Andrea, conclude: “colgo l’occasione per ringraziare anche Marika Micalizzi, Antonio Macauda, Martina Zaccone, Daniela De Salvo e Simone Bertuccio. E’ stato un piacere lavorare con voi e condividere tanti momenti insieme. Grazie e buona fortuna per il futuro”.