Arrestato dai carabinieri di Messina, per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio

UN RESIDENTE DI SANGIOVANNELLO

0
421

Nel primo pomeriggio di venerdì 17 agosto 2018, nel corso di un mirato servizio per il contrasto ai reati in materia di sostanze stupefacenti, i carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno tratto in arresto in flagranza di reato, per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, il pregiudicato Vincenzo Costantino, messinese classe 1976, già arrestato dai componenti dell’Arma lo scorso giugno per lo stesso reato.

Nella circostanza i militari, a conclusione di prolungati appostamenti nel rione di San Giovannello, hanno fatto irruzione all’interno delle abitazioni dei soggetti noti alle forze dell’ordine attorno alle quali erano stati rilevati movimenti sospetti, tra cui anche in quella di Costantino. La perquisizione domiciliare a carico di quest’ultimo, ha permesso agli operanti di rinvenire quasi 100 grammi di stupefacente, tra marijuana e hashish, un bilancino di precisione perfettamente funzionante, un tritaerba e una somma di denaro in banconote di vario taglio, ritenuta provento dell’attività di spaccio.

L’uomo, che non ha opposto resistenza all’arresto, nella mattinata di sabato 18 agosto 2018 è stato processato con il rito direttissimo, conclusosi con la sottoposizione alla misura degli arresti domiciliari e l’applicazione del braccialetto elettronico. Il blitz dei carabinieri dimostra con quale attenzione venga contrastato il traffico di stupefacenti e conferma il constante impegno delle forze dell’ordine a presidio del territorio.