Barcellona Pozzo di Gotto (ME): una impiegata 48enne, è stata strangolata dall’ex marito

CHE SUCCESSIVAMENTE, SI E' TOLTO A SUA VOLTA LA VITA

0
1300

Nel primo pomeriggio di oggi a Barcellona Pozzo di Gotto, si e’ verificato un efferato femminicidio. A fare le spese della furia dell’ex consorte, e’ stata la 48enne Maria Carmela Isgrò, impiegata comunale.

L’uomo, dopo aver commesso l’omicidio si e’ a sua volta tolto la vita. Molto probabilmente la donna, sarebbe stata strangolata da colui che gia’ in passato aveva fatto notare di essere violento con la compagna.

A seguito di questi episodi passati, la Isgro’ aveva segnalato il marito alle forze dell’ordine, avendo deciso di separarsi.

I componenti della Polizia, che sono intervenuti in questo caso, coordinati dalla Procura della Repubblica, ritengono che l’uxoricida, Nicola Siracusa, (pasticcere di 56 anni), sicuramente colto da un raptus durante una lite avrebbe deciso di assassinare la ex moglie, scegliendo poi di impiccarsi al termine di tutto.

Le immediate operazioni di indagine, hanno consentito di appurare, che i due benche’ separati vivevano in distinti appartamenti allocati nella stessa palazzina, quindi si vedevano tutti i giorni e le liti erano diventate consuete.

Siracusa inoltre, a settembre sarebbe dovuto comparire in Tribunale per rispondere del reato di maltrattamenti a seguito dell’ennesima denuncia presentata dalla vittima. Quello odierno, e’ stato un fatto di sangue che ha lasciato sgomenta la cittadina del Longano. Il pensiero di tutti, e’ andato immediatamente alla figlia della coppia rimasta improvvisamente orfana di entrambi i genitori.