Cateno De Luca (ME – Palazzo Zanca): “Le prime risultanze dei blitz notturni, all’ATM”

"STIAMO PREPARANDO ALTRI QUESITI"

0
379

Il maggiore inquilino di Palazzo Zanca, Cateno De Luca (sindaco di Messina), ha pubblicato un post sulla sua pagina principale di Facebook, sottolineando: “le prime risultanze dei blitz notturni ATM”.

Stanotte abbiamo effettuato un controllo su tutti gli autobus e sul tram: “l’operazione è iniziata alle ore 21:00 di ieri e si è conclusa alle ore 8:00 di stamani. Ringrazio la Polizia municipale nella persona del commissario capo Marco Crisafulli che a seguito di una mia richiesta di ieri ore 19:00 ha approntato una task force di dieci colleghi per l’espletamento dell’attività ispettiva”.

“Io mi sono occupato del coordinamento dell’operazione notturna mentre l’intero CdA ATM e la Giunta municipale sono saliti sui vari autobus per supportare l’attività ispettiva della Polizia municipale. Dalle prime risultanze è emerso che le corse in alcune ore non hanno alcun senso e che i paganti non sono neanche il 30% dei fruitori. In giornata il CdA ATM emanerà un apposito comunicato stampa in merito alle attività ispettive”.

Nella mia qualità di socio unico ho chiesto al direttore generale ATM:

1. Se è vero che l’Azienda spende circa 100 mila euro annui per un collegio di difesa nonostante ci sia un avvocato già alle dipendenze dell’ATM;

2. Se è vero che si spendono oltre 100 mila euro l’anno per le attività di rimessaggio nonostante ATM è dotata di un proprio impianto;

3. Se è vero che esistono esuberi in molti rami organizzativi dell’Azienda in relazione all’effettivo carico di lavoro;

4. Se è mai stata formulata istanza al socio unico per avere risorse umane già alle dipendenze del comune da riqualificare e ricollocare come autisti al fine di non ricorrere all’assunzione di ulteriore personale;

5. Se è vero che molte linee sono una sorta di doppione e potrebbero essere eliminate senza creare disagi all’utenza:

“Attendiamo risposta! Stiamo preparando gli altri quesiti”.