Cena Cassa di Resistenza, del 5 febbraio a Messina: hanno raccolto 750 euro gli organizzatori, del Fronte Popolare Autorganizzato – SI Cobas

LA CIFRA VERRÀ DEVOLUTA INTERAMENTE, AI LAVORATORI PRECARI, AI DISOCCUPATI ED A CHI LOTTA PER LA CASA

0
373

Hanno raccolto 750 euro, gli organizzatori della Cena solidale alla Cassa di Resistenza, tenutasi il 5 febbraio scorso. Una cifra che il Fronte Popolare Autorganizzato – SI Cobas Messina (che ha coordinato l’incontro con finalita’ caritatevoli) devolvera’ interamente ai lavoratori precari, ai disoccupati e a chi lotta per la casa.

L’iniziativa si e tenuta grazie alla collaborazione, con altri soggetti ed ha ricevuto la solidarieta’ anche degli assessori della Giunta guidata dal sindaco Cateno De Luca, ovvero… Alessandra Calafiore e Massimiliano Minutoli.

I responsabili, dicono in una nota: “ringraziamo infinitamente l’Istituto Don Orione, il direttore don Natale Fiorentino, e tutti coloro i quali hanno contribuito fattivamente alla grande riuscita della serata. Un enorme grazie sentito per la Cooperativa Sociale Faro 85 per la cucina, il MOV (Movimento Orionino Volontari) per il prezioso contributo, tutta la Comunità Orionina per aver manifestato concretamente sensibilità alla causa. Un grazie ai Tecnici del Karaoke, Antonio Buongiorno e Pasquale Randazzo che con il prezioso contributo hanno animato magnificamente l’evento. Grazie infine, alla delegazione dei Disoccupati Organizzati, che hanno svolto attività si servizio in sala, e offerto il buffet di dolci artigianali”.