Clara Crocè (segretaria Regionale Fp Cgil Sicilia): “Quanto è accaduto all’ATM e all’AMAM era sulla bocca di tutti”

"IL SINDACO DEVE FARE IL SINDACO, RENATO ACCORINTI E' STATO SEMPLICEMENTE UN PERSONAGGIO CHE HA NUTRITO IL SUO EGO"

0
253

Dopo l’Operazione denominata -Terzo livello-, attuata ieri dalla Dia e dalla Procura della Repubblica di Messina, è intervenuta con un suo post su Facebook anche la segretaria Regionale della Fp Cgil, Clara Crocè che ha scritto tutto ciò, iniziando con un inciso riferendosi a fatti datati (di qualche mese fa) ma decisivi per comprendere: “il sindaco Renato Accorinti, l’assessore alla Mobilità Gaetano Cacciola e il presidente di ATM Giovanni Foti comunicano che il Consiglio di Amministrazione di ATM nella seduta del 19 aprile 2018, preso atto degli esiti delle Commissioni di valutazione della procedura di mobilità esterna e del Bando Pubblico di concorso per la selezione del direttore generale dell’ATM di Messina, ha proceduto alla nomina del direttore generale nella persona del dr. Daniele De Almagro, con contratto a tempo determinato di tre anni. Riporto un comunicato del 4 maggio del 2018”.

“La responsabilità certamente è politica! Quanto è accaduto all’ATM e all’AMAM era sulla bocca di tutti… l’ha scritto Sebastiano Caspanello in tempi non sospetti. Per quanto riguarda la Fp Cgil ci fu un tentativo di attacco violento verso la categoria con l’intento di distruggerla attraverso il passaggio di lavoratori ad altre sigle con la complicità della politica. Hanno fatto un buco nell’acqua… per fortuna in Cgil la maggioranza dei lavoratori e dei dirigenti sindacali ha mantenuto la barra dritta non hanno ceduto alle tentazioni”.

“Il sindaco deve fare il sindaco. Renato Accorinti non è stato un sindaco ma semplicemente un personaggio che ha curato il suo EGO. Lo dico con enorme dispiacere (speravo che potesse portare un cambiamento in questa città) ma i fenomeni di corruzione sono aumentati… i poveri sono sempre più poveri… i giovani vanno via… i quartieri sono degradati… potremmo scrivere tanto. Renato Accorinti ha perso l’occasione di cambiare il volto di questa città”.

“La corruzione nella PA è un tema che dev’essere affrontato da tutti a 360° e non puo’ essere rimandato. L’azione Sindacale deve essere di contrasto all’illegalità, alla corruzione, per ripristinare trasparenza e legittimità nell’azione amministrativa della Pubblica amministrazione”.

WooCommerce