Claudia Sarritzu (Globalist): “Asia Argento per l’ennesima volta, insultata in tv da quelli del Gf (e forse anche da quelli che guardano tanto degrado)”

"DEFINITA -ZOCCOLA-, PER IL CASO WEINSTEIN"

0
950

Claudia Sarritzu (giornalista di Globalist), oggi ha scritto: “Asia Argento per l’ennesima volta insultata in tv da quelli del Gf (e forse anche da quelli che guardano tanto degrado). Definita -zoccola- per il caso Weinstein. Perché questo accade?”.

Perché lo stupro è stereotipato: “per la maggior parte delle persone comuni (e abbiamo visto anche per molti giudici non solo italiani), coincide con urla, mani e piedi legati, botte, penetrazione anale e vaginale. Ed è stupro solo se la persona violentata è una -brava ragazza- con un solo fidanzato nella vita. Se si tratta di una donna -libera- che non nasconde la propria sessualità o se ad abusarla è un bianco di buona famiglia o un uomo delle forze dell’ordine -se l’è cercata- e lei è solo una zoccola”.

“Come se fosse lecito violentare le prostitute o chi usa la gonna corta. Care ragazze lo stupro è ogni volta che vi sentite violentate. Anche se non avete urlato, o picchiato il vostro aggressore, anche se non siete state picchiate, anche se lui è il vostro fidanzato, anche se gli volevate bene. Anche se c’è stato rapporto orale e non avete chiuso i denti. Stupro è quando qualcuno con mezzi di ogni tipo, anche psicologici vi obbliga ad avere un rapporto contro la vostra volontà. Non esistono uomini -che non avevano capito-. Esistono solo criminali che vanno denunciati. Punto. Care madri, care insegnanti… spiegatelo alle vostre ragazze una volta per tutte”.