Dichiarazione, del governo di Malta: “Con MSC Crociere, è stato raggiunto un accordo reciproco sul fatto che, esclusivamente in occasione di oggi (6 marzo ndr), la nave da crociera Opera non entrerà nel porto maltese”

"QUESTA DECISIONE, E' STATA PRESA A SEGUITO DELL'ALLARME PUBBLICO SOLLEVATO DA INFORMAZIONI FUORVIANTI, FORNITE DA UN MEDIA LOCALE"

290

Lo si apprende da una dichiarazione degli appartenenti all’Esecutivo de La Valletta: “il governo di Malta e MSC Crociere hanno raggiunto un accordo reciproco sul fatto che, esclusivamente in occasione di oggi (6 marzo ndr), la nave da crociera MSC Opera non entrerà nel porto di Malta. Questa decisione è stata presa a seguito dell’allarme pubblico sollevato da informazioni fuorvianti fornite da un media locale attraverso una storia piena di verità parziali e dettagli errati”.

“È pertinente notare che, secondo le informazioni ricevute dal governo e le revisioni mediche e le autorizzazioni concesse da altri porti stranieri che la nave ha visitato, non vi è alcun caso di Coronavirus a bordo della MSC Opera che era prevista per entrare a Malta”.

“Nonostante i fatti accertati, il governo maltese e MSC Crociere hanno deciso di approvare il reinstradamento della nave da crociera MSC Opera in modo da evitare ulteriori preoccupazioni tra il pubblico maltese. Il governo di Malta fa appello alla responsabilità e alla maturità nelle dichiarazioni rese in relazione allo scoppio del Coronavirus”.