Dopo l’Estate di San Martino, arriverà dalla Russia un’ondata di aria gelida

DAL CLIMA MITE DI QUESTI GIORNI, PREVISTA UNA TRANSIZIONE VERSO IL FREDDO

0
662

Nelle prossime ore, il nostro Paese sarà interessato sia dai venti di bora che dal crollo delle temperature. Fino a qualche giorno fa, l’alta pressione di origine africana presente sulla nostra Penisola, ha dato vita alla consueta “Estate di San Martino” (caratterizzata da un clima mite a novembre con temperature che fino a giovedì hanno raggiunto anche i 21-23 gradi al Centro-Sud e i 17 al Nord), ma da ieri si è materializzato un colpo di scena con l’arrivo del freddo. Le temperature, sono crollate anche di 10-12 gradi, con valori massimi che a fatica difficilmente arriveranno sopra i 12 gradi al Nord e non oltre i 15 al Centro-Sud. Di notte sarà probabile, andare incontro a valori addirittura vicini allo zero sulle pianure del Centro-Nord.

Oggi i fenomeni instabili, hanno interessato l’Abruzzo, il Molise e la Puglia, in serata si sono estesi anche alla Calabria ionica, colpendo in particolare il Crotonese; sulla Sardegna il tempo ha mantenuto una certa instabilità per tutta la giornata, con quasi sicure precipitazioni localmente intense che hanno dato luogo a forti temporali. Anche sulla Sicilia, la situazione è stata simile, quì però nel pomeriggio si è assistito ad un graduale miglioramento.