Due uomini di Capo d’Orlando e Naso, sono finiti in carcere per una violenza sessuale su minore

SONO DIVENUTE DEFINITIVE, LE CONDANNE EMESSE DALLA CASSAZIONE, A SETTE ED A CINQUE ANNI

412

La Cassazione, ha messo la parola fine ad una storia di violenza su minore, estendendo due condanne definitive a carico di due uomini di Capo d’Orlando e Naso, rispettivamente a sette ed a cinque anni. I carabinieri orlandini, hanno eseguito le misure cautelari nei confronti dei due soggetti, mentre un terzo sta scontando la pena di quasi sei anni.

A subire le turpi attenzioni, fu una ragazza che all’epoca dei fatti non era maggiorenne. I giudici di piazza Cavour a Roma, hanno confermato la sentenza emessa dalla Corte d’Appello di Reggio Calabria rendendo come cosa giudicata le condanne nei confronti nei confronti degli autori del fatto.

I due sono stati trasferiti al Carcere di Barcellona Pozzo di Gotto. La vicenda risale al 2010, si sviluppò nella Città paladina, la vittima è stata difesa dall’avvocato Patrizia Corpina. I magistrati di secondo grado a Messina, avevano già condannato i due che per vedersi annullare i dispositivi adottati contro di loro presentarono Ricorso tentando il tutto per tutto nel terzo grado di giudizio, ove gli ermellini decisero per un rinvio presso la Corte d’Appello reggina. Adesso il gravame, lo hanno rigettato in seno alla Suprema Corte e le condanne hanno assunto il carattere della definitività.