Giornata della legalità, tra il Palacultura e Palazzo Zanca, per ricordare Peppino Impastato [Video]

UN EVENTO, ORGANIZZATO DALL'AMMINISTRAZIONE ACCORINTI

446

13 aprile 2018 – Nel quarantennale della morte dell’attivista di Cinisi (Pa), Peppino Impastato, quest’oggi a Messina si è tenuto un grande evento in suo ricordo ispirandosi a sani principi di legalità. Una iniziativa, voluta dall’Amministrazione del sindaco Renato Accorinti, svoltasi tra il Palacultura e Palazzo Zanca, alla quale hanno partecipato in tanti, fra cui molti ragazzi delle scuole.

Presenti inoltre, Giovanni Impastato (fratello di Peppino) e Pietro Campagna, congiunto di Graziella, la stiratrice di Saponara (uccisa da esponenti della mafia palermitana, che vivevano sotto falso nome nella zona tirrenica della provincia messinese), ritrovata cadavere sui Monti Peloritani il 12 dicembre del 1985.

Al culmine di tutto gli intervenuti, hanno potuto assistere alla scopertura di una targa in bronzo (realizzata gratuitamente dall’artista messinese Gaetano Mammano), posta nel Gabinetto del sindaco, al Municipio peloritano.

 

Accetta i cookies di YouTube per vedere questo video. Avrai così accesso a questo servizio offerto da terze parti.

YouTube privacy policy

Se accetti, la tua scelta sarà salvata e la pagina verrà aggiornata.