I dispositivi scout e autovelox, attivi fra le strade di Messina, grazie alla Polizia Municipale

FINO AL 4 MAGGIO

505

Il Comando del Corpo di Polizia Municipale ha disposto la prosecuzione dei servizi di controllo della velocità con autovelox, nell’ottica della prevenzione dei sinistri stradali, e con il dispositivo -scout-, per il rilevamento delle infrazioni al Codice della Strada in materia di divieti di sosta. I servizi saranno effettuati da lunedì 29 sino a sabato 4 maggio, alternativamente sugli assi viari più interessati dal traffico.

Il controllo con autovelox si svolgerà… “sulla Strada Statale 114, a Mili Marina; su viale della Marineria Russa; sulle vie Consolare Pompea e Circuito Torre Faro; e sulla S.S. 113 a Spartà. Il dispositivo -scout- monitorerà la Strada Statale 114, nel tratto tra il bivio Zafferia e la rotatoria -Alfio Ragazzi-; via Marco Polo; viale S. Martino, da villa Dante a piazza Cairoli; via Industriale (tratto Samperi – S. Cecilia); piazza della Repubblica; via La Farina, tra le vie S. Cosimo e Cannizzaro; piazza Duomo (isola pedonale); viale della Libertà, dal viale Giostra sino alla Prefettura; viale Boccetta, dalla via Garibaldi al viale Principe Umberto; via Garibaldi, dalla Prefettura sino a piazza Cairoli; via T. Cannizzaro, tra il corso Cavour e il viale Italia; piazza della Repubblica”.

Ed ancora, in: “via C. Battisti, dalla rotatoria del viale Europa a via Garibaldi; via I° Settembre (tratto Battisti – San Martino); via Consolato del Mare – piazza Duomo (isola pedonale); viale della Libertà, tra la rotatoria Annunziata e Giostra; corso Cavour, dal viale Boccetta sino alla via T. Cannizzaro; via Tommaso Cannizzaro, tra le vie La Farina e Battisti; viale della Libertà, dalla rotatoria Annunziata alla Prefettura; via Garibaldi, dalla Prefettura al viale Giostra”.

Il Comando della Polizia Municipale raccomanda agli automobilisti il rispetto dei limiti su tutte le strade, ricordando che l’eccesso di velocità è tra le cause che incidono maggiormente sulla gravità dei sinistri stradali, e l’osservanza delle regole che vietano la sosta, in particolare in doppia fila, sul marciapiede, nelle corsie preferenziali, pista ciclabile e attraversamenti pedonali.