I magistrati della Procura della Repubblica di Barcellona P. G., hanno chiesto 31 rinvii a giudizio

PER GARE CICLISTICHE MAI EFFETTUATE

0
293

I magistrati della Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, hanno chiesto l’applicazione di 31 rinvii a giudizio per altrettanti soggetti accusati dei reati di: “truffa ai danni dello Stato, falso e associazione per delinquere. Gli accusati, avrebbero ottenuto contributi pubblici per gare ciclistiche mai effettuate”.

E’ questo, lo scenario delle indagini condotte dai componenti della Guardia di Finanza che hanno avuto come riferimento la vicenda giudiziario-sportiva con al centro dei fatti il Tribunale Federale della Federazione Ciclistica Italiana. Gli appartenenti a questo organo, condannarono a quattro mesi di inibizione l’allora vice presidente Giovanni Duci per aver partecipato alla direzione di una moltitudine di associazioni sportive con lo scopo di incrementare il proprio bacino elettorale.

Nel corso dell’attività, gli inquirenti hanno scoperto 85 verbali falsi attestanti il coinvolgimento degli indagati, i quali facevano figurare la propria partecipazione a gare e manifestazioni in realtà mai verificatesi, comunicando inoltre un numero di tesserati e atleti fino a sei volte maggiore rispetto alla realtà, per beneficiare dei contributi statali. In tutto sono 30 i sodalizi fantasma scovati, 31 le persone denunciate con un danno erariale accertato pari a 80.000,00 euro, importo che è stato segnalato alla Corte dei Conti e alla Regione Sicilia.