“Il nostro profondo dolore va principalmente al lavoratore di Messinaservizi, ennesima vittima del Covid in questa città e ai suoi familiari”

LO DICHIARANO OGGI ATTRAVERSO UN DOCUMENTO UNITARIO, FRANCESCO FUCILE (FP CGIL) E MICHELE BARRESI (UILTRASPORTI)

0
292

Il nostro profondo dolore va principalmente al lavoratore di Messinaservizi, ennesima vittima del Covid in questa città e ai suoi familiari – dichiarano Francesco Fucile e Michele Barresi segretari di Fp Cgil e UIltrasporti Messina – certi che quanto accaduto, e denunciato dal sindaco in diretta Fb, non può che accendere ancora di più i riflettori sulla sicurezza dei lavoratori più esposti a rischio contagio.

A tal fine questi sindacati – continuano Fucile e Barresi evidenziano, dopo le gravi affermazioni del sindaco le ripetute segnalazioni che Fp Cgil e UIltrasporti hanno inoltrato denunciando già in data 6 gennaio 2021 (allegata) un servizio raccolta rifiuti cittadino nel caos dove le utenze Covid non monitorate dall’Asp rischiavano probabilmente di trovarsi mischiate alla raccolta indifferenziata con gli operatori inconsapevoli vittime.

Le parole di oggi nella diretta del sindaco che è anche il socio unico di Messinaservizi, appaiono come la tardiva conferma dei nostri timori – continuano i sindacalisti – ed esprimiamo forti preoccupazioni alla luce che nessuna risposta ufficiale ci è stata fornita a seguito della denuncia dello scorso 6 gennaio. Riteniamo che, si dovevano prima e si debbano ancora oggi porre in essere i necessari interventi, di concerto con l’Asp, affinché i lavoratori addetti alla raccolta rifiuti possano continuare a svolgere il servizio senza rischi di contagio ed in tal senso il sindaco non si limiti a facebook ma proceda con atti concreti.