Il passaggio dei lavoratori, da Messinambiente a Messinaservizi Bene Comune

SECONDO L'ONOREVOLE CATENO DE LUCA: "AVEVAMO RAGIONE, PRIMA E' NECESSARIO IL PASSAGGIO ALLA SRR"

1058

Il parlamentare regionale Cateno De Luca, intervenendo sulle polemiche di questi mesi nel settore dei rifiuti a Messina, scrive in una nota: “la Regione, Dipartimento Acqua e Rifiuti, confermando quello che noi abbiamo sempre detto, ha chiarito che il passaggio dei dipendenti di Messinambiente alla Messinaservizi Bene Comune deve avvenire tramite le SRR, come espressamente previsto dalla Legge regionale 9/10. Con la nota della Regione si mette la parola fine alle strumentalizzazioni di chi, fino ad oggi, ha tentato di imporre il passaggio diretto dei dipendenti, acconciando delle conciliazioni individuali tra l’azienda in pre-fallimento e i singoli dipendenti ai quali è stato fatto credere che rinunciando alle ferie non godute e a parte degli emolumenti non riscossi, avrebbero potuto garantirsi la certezza del posto di lavoro”.

La verità è esattamente il contrario: “solo con il passaggio alla SRR si potrà garantire a tutti i lavoratori la continuità lavorativa, ponendoli al riparo anche dalle vicende che riguarderanno la nuova società, che ha già accumulato debiti per oltre 50mila euro prima ancora di iniziare il servizio di gestione dei rifiuti”.

Scrive Dafne Musolino assessore designato da De Luca all’ambiente: “occorre chiedersi quale valore potranno avere le conciliazioni individuali sottoscritte dai lavoratori con l’azienda per ottenere il passaggio diretto alla Messinaservizi Bene Comune, senza trascurare di considerare che, venendo meno le rinunce economiche imposte ai lavoratori, non potrà più nascondersi l’entità effettiva delle passività di Messinambiente. E’ il caso di dire… il gioco è finito”.