Illustrata a Palazzo Zanca, la “Giornata FAI d’Autunno”

IN PROGRAMMA DOMENICA 14

0
241

Alla presenza degli assessori alle Attività Sportive, Giovanili e Tempo Libero, Giuseppe Scattareggia ed alle Politiche Produttive e Promozionali, Dafne Musolino, e del capo delegazione FAI Messina, Giulia Miloro è stata illustrata oggi ai giornalisti, nel corso di una conferenza stampa a palazzo Zanca, la “Giornata FAI d’Autunno”, che si terrà domenica 14.

All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, il presidente della VI circoscrizione, Matteo Mangraviti; Paolo Alibrandi, segretario della Pro Loco Capo Peloro; e Salvatore Ruello, presidente dell’associazione Molluschicultori. “La delegazione Fai di Messina ha dedicato la giornata alla scoperta del Borgo di Ganzirri che consentirà ai cittadini – ha evidenziato l’assessore Musolino – di riscoprire il proprio territorio al fine di conoscere meglio la riserva di Capo Peloro con i Laghi di Ganzirri, sui quali sarà possibile effettuare, in via eccezionale, la navigazione. Confermando l’interesse dell’Amministrazione comunale alla conservazione degli antichi mestieri, sottolineo inoltre la partecipazione di Pippo Arena, che illustrerà la costruzione e l’utilizzo delle nasse, antico attrezzo da pesca”. “Si tratta – ha aggiunto l’assessore Scattareggia – di progetti che hanno l’obiettivo di valorizzare zone del territorio cittadino ed in questa occasione la riserva di Capo Peloro e i Laghi di Ganzirri, con lo spirito di trascorrere una giornata nella propria città alla scoperta di siti spesso poco conosciuti”.

Il programma di domenica 14 prevede le visite: dalle ore 10 alle 10.45 e dalle 12 alle 17, alla chiesa San Nicola di Bari, e nel teatro della chiesa, alle 11.30, il ricercatore Filippo Azzaro del CNR – IRBIM di Messina parlerà de “I fenomeni di upwelling nello stretto di Messina”; dalle 10 alle 17, alla Cappella Arena; dalle 10 alle 17, alla Torre Saracena, dove Pippo Arena illustrerà le nasse, mentre sul lungomare saranno esposti i pannelli descrittivi della biodiversità dello Stretto; sul lungo lago la Pro Loco Capo Peloro e l’associazione dei Molluschicoltori descriveranno l’attività della coltivazione dei mitili con escursioni in barca sul Lago Grande; alle ore 16, sempre sul lungo lago, il direttore della Riserva Maria Letizia Molino ne presenterà le caratteristiche e Domenica Lucchesi dell’Arpa Sicilia Messina relazionerà sull’importanza dell’educazione ambientale per la conservazione e tutela del territorio.

Le giornate coinvolgono gruppi di giovani volontari del FAI, nati sette anni fa e diffusi in tutta Italia, affiancati nell’accogliere e guidare i visitatori, da 5 mila apprendisti ciceroni, ovvero studenti della scuola di ogni ordine e grado che hanno scelto con i loro docenti di partecipare nell’anno scolastico a un progetto formativo di cittadinanza attiva, un’iniziativa lanciata dal FAI nel 1996. Quest’anno a Messina hanno aderito al progetto gli studenti dell’istituto comprensivo Paradiso e quelli della scuola San Francesco di Paola.

Italmarket