Inaugurata a Roma, la mostra “Italoamericani: Ambasciatori di italianità”

UNA PERSONALE DEL FOTOGRAFO MESSINESE FRANCO MARICCHIOLO

127

Inaugurata presso il prestigioso Chiostro della Cisterna a Palazzo San Macuto della Camera dei Deputati a Roma la mostra “Italoamericani: Ambasciatori di Italianità”, del fotografo messinese Franco Maricchiolo. Un corposo lavoro, esposto su 20 pannelli e roll-up, che vuol essere, come ha sottolineato l’autore, un tributo allâ Italianità, non certamente un “inno alla emigrazione. Questo reportage nasce dalla grande e appassionata esperienza concretizzatasi nel corso di ben 27 viaggi effettuati dall’autore negli Stati Uniti dal 1998 ad oggi. Imponenti le tappe del suo lavoro realizzato incontrando grandi personalità di origine italiana, che con il loro impegno, hanno dato tanto alla crescita sociale, culturale ed economica degli Stati Uniti d’America. L’evento, ospitato dalla Camera dei Deputati è stato moderato in modo professionale e rispettoso del protocollo Istituzionale, dal Cavaliere della Repubblica avv. Silvana Paratore.

A prendere la parola in apertura: “l’On. Matilde Siracusano che ha sposato sin dall’inizio il progetto sull’italianità ed il senso di appartenenza al tricolore propostole da Maricchiolo, rendendosi promotrice dell’iniziativa. A seguire l’On. Fucsia Nissoli Fitzgerald che ha affermato che con la mostra Italoamericani, attraverso i volti e le storie diverse di ognuno dei personaggi fotografati, che hanno dato lustro allo sviluppo culturale, economico e sociale degli States, l’autore apre uno spaccato sulla comunità Italiana in America conducendoci ad incontrare le vite di ognuno, conoscendone i successi ed insuccessi, i sacrifici e l’impegno, per raggiungere quel sogno americano che li rendeva orgogliosi, pur nel nuovo paese adottivo, della propria Patria d’origine. Frizzante l’intervento del Cav. Josephine A. Maietta, Presidente dell’Associazione ItaliAmerica negli Usa, che ha sottolineato come Franco Maricchiolo non abbia mai dimenticato gli Italiani che vivono in America, e dedicando loro il suo reportage, è¨diventato in qualche modo anch’egli un grande Ambasciatore d’italianità! Molto seguito ed apprezzato anche l’intervento dell’On. Andrea Ruggieri che ha esordito sostenendo come le immagini della mostra presentano le storie di persone che hanno inseguito i loro sogni ed ambizioni realizzandoli in una terra lontana. I personaggi intervistati hanno dimostrato di avercela fatta col loro impegno, capacità, intuito in un grande paese come gli Stati Uniti, che offre opportunità a chiunque. Di origine americana l’On. Maria Grazia Calabria, intervenuta all’incontro, che ha affermato, essendo nata a New York, come non si debba dimenticare da Italiani di cercare l’America ogni giorno qui nella nostra Terra. La necessità di non abbandonare i connazionali in cerca di occupazione è¨stato il monito dell’On. Urania Papatheu presente all’inaugurazione della mostra. Tra gli ospiti illustri anche l’ex Ambasciatore presso le Nazioni Unite Francesco Paolo Fulci, già Presidente della Ferrero Italia, che ha ricordato alla luce dei suoi 88 anni, come nella sua lunga carriera diplomatica ha anche conosciuto il fotografo Maricchiolo ancor giovanissimo, ed ha molto amabilmente ricordato vari aneddoti dei loro incontri a New York o a Washington, e complimentandosi per aver creduto sino in fondo nel proprio sogno. Franco Maricchiolo nel suo intervento ha raccontato per ognuna delle foto esposte nella splendida location di Palazzo S. Macuto, aneddoti, indiscrezioni, notizie, curiosità e tanto altro. E ha dato inizio alla visita della mostra ringraziando, tra i presenti, alcune personalità da red carpet; gli attori Luca Barbareschi e le attrici Maria Grazia Cucinotta, Edy Angelillo, Anna Safroncik, e lo scrittore Massimo Benenato, figlio dell’indimenticato attore siciliano Franco Franchi. La Mostra, per questa anteprima Istituzionale potrà essere visitata dai parlamentari fino a giovedì sera. Probabilmente verrà riproposta a Roma nel prossimo autunno, per essere conosciuta anche dalla cittadinanza”.