“L’Italia Stufa”, di Luca G. Abbruzzese [Video]

PRESENTE IERI A ROMA IN PIAZZA MONTECITORIO, CON L'AVVOCATO CARLO PRIOLO

0
1300

“L’Italia stufa”, di Luca G. Abbruzzese.

Segue il racconto di Abbruzzese: “ieri, dinanzi a Palazzo Montecitorio, ci siamo esposti, io come fondatore in primis, ma anche altri collaboratori”.

Molti ci hanno chiesto perché non -manifestare- con i partiti politici, la risposta è stata semplice: “noi non mangiamo sulle sofferenze altrui. Molti ci hanno chiesto se fossimo un partito e la nostra risposta è stata altrettanto semplice… -siamo un movimento popolare-“.

“Ieri, con uno striscione, con la rabbia nel vedere gli italiani ignorare la situazione attuale, abbiamo informato i cittadini. Alcuni si sono complimentati, si sono fermati, si sono confrontati e ci hanno dato spunti. Ci siamo SEMPRE esposti per tutte le categorie sociali e ieri volevamo porre maggiore attenzione sulla tematica dei bambini, e ringraziamo l’avv. Carlo Priolo che è stato lì con noi”.

A chi si chiede qual è la nostra soluzione, la ribadiremo: “portare avanti un progetto referendario che possa porre fine allo strapotere della magistratura, introducendo responsabilità vere, introducendo il cittadino nei tribunali e favorendo un processo di rifondazione del Paese su base realmente democratica. Anche soli contro il mondo, grideremo ed informeremo. Anche soli contro il mondo, porteremo avanti le nostre idee”.

“Ieri si parlava di essere combattivi e tentennavo non sul fatto di esserlo, ma sul fatto che altri possano esserlo. Speriamo tutti che i cittadini possano uscire da questo sonno eterno, non sarà facile ma ci proveremo. Un uomo anziano, ci ha raccontato di quello che era lo -spirito di comunità- un tempo, e quello che invece è ora l’Italia. Se vogliamo il cambiamento, iniziamo a cambiare l’italiano che è in noi, diffidiamo dei politici e informiamoci sempre in maniera libera. Questo è solo l’inizio di tutto, andremo sempre avanti a testa alta e con grande forza”!