Matteo Salvini (min. Interni): “I 29 bambini sulla nave Diciotti, scendano anche subito”

"MA GLI ALTRI, TUTTI GLI ALTRI DEVONO RESTARE A BORDO"

995

Roma, 22 agosto 2018 – Il ministro dell’Interno Matteo Salvini sulla nave militare ormeggiata al porto di Catania con 177 migranti a bordo, in un video di oggi postato sulla sua pagina Facebook ha sottolineato: “ci sono 29 bambini? Scendano, anche subito. Ma gli altri, tutti gli altri, devono restare a bordo. Fino a quando? Non si sa. E se la Procura di Agrigento valuta l’ipotesi di aprire un’inchiesta per sequestro di persona contro ignoti, Salvini non fa una piega. Anzi, con tono di sfida, afferma: “Non sono ignoto. Sono qua. Sono Matteo Salvini. Senatore e ministro dell’Interno con mandato preciso di difendere i confini e occuparsi della sicurezza di questo Paese. Mi volete indagare? Indagatemi. Mi volete processare? Processatemi. Ho spalle larghe”.

“Ma con il mio permesso, a parte i bambini, non sbarca nessuno. Se vuole intervenire il presidente della Repubblica lo faccia. Se vuole intervenire il premier lo faccia. Ma per me l’Italia ha già dato. Se l’Europa non fa il suo dovere, per quanto mi riguarda le navi, come arrivano, possono tornare indietro”.