Minori…, la denuncia di Giada Giunti (Roma): “Mi hanno strappato un figlio”

"NESSUNO CONTROLLA, GLI ABUSI CHE I GENITORI SUBISCONO DALLE ASSISTENTI SOCIALI"

0
1130

Lo ha scritto oggi in un comunicato stampa, Giada Giunti, di Roma: “per l’avvocato Carlo Priolo, presidente dell’Associazione Verità Altre… -nessuno controlla gli abusi che i genitori subiscono da parte degli assistenti sociali. Figure che dispongono del figlio in totale arbitrio senza l’autorizzazione del giudice. Gli incontri sono limitati, due volte al mese per un’ora, in presenza di educatori e di assistenti sociali che non riportano quanto gli educatori hanno verificato”.

“Avvocati della controparte legati – lavoravano nella stessa associazione privata a pagamento – al consulente tecnico d’ufficio e a due assistenti sociali a cui il ragazzino e la madre erano stati affidati. Il bambino, che prima di entrare in questo inferno aveva una media del 10 a scuola ed era una piccola promessa del tennis, e’ stato mandato in esilio in Toscana… li e’ stato deprivato di tutti gli strumenti di comunicazione con la mamma, con gli zii, con i parenti e con tutti gli amici con cui e’ cresciuto e con i compagni di scuola in Roma, oltre ad avergli impedito la pratica sportivo-agonistica”.

Conclude la nota: “l’associazione Verità Altre, si occupa da oltre 10 anni del problema della separazione dei figli dai genitori con casi drammatici in tutta Italia”.