Nella mattinata di oggi i militari in servizio presso la Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Messina, sotto il coordinamento del Centro di controllo area pesca della direzione marittima di Catania, hanno sequestrato 6000 esemplari circa di ricci di mare e relative attrezzature

IL FERMO È AVVENUTO IN LOCALITÀ TORRE FARO

159

Nella mattinata di oggi i militari in servizio presso la Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Messina, sotto il coordinamento del Centro di controllo area pesca della direzione marittima di Catania, hanno sequestrato 6000 esemplari circa di ricci di mare e relative attrezzature utilizzate per la cattura in località Torre Faro (Me).

Il personale della Guardia Costiera si è recato in zona durante la notte attendendo fino all’alba il rientro dei pescatori. Constatato l’illecito, i militari hanno sequestrato gli esemplari, che sono stati rigettati in mare in quanto vivi. Sequestrata anche l’attrezzatura utilizzata per la pesca. Per i trasgressori è scattata una sanzione amministrativa di 2.000 euro, per pesca di ricci di mare in periodo non consentito e per quantità superiori a quella permessa.

Foto, tratta da: www.messinaindiretta.it.