Oggi a mezzogiorno, nella giornata dedicata alla Festa del Lavoro, le navi attracate nei porti di tutto il mondo hanno suonato la sirena per solidarietà ai marittimi e ai comandanti

L'INIZIATIVA È STATA PROMOSSA DALL'ARMAMENTO MONDIALE (INTERNATIONAL CHAMBER OF SHIPPING)

0
312

Oggi a mezzogiorno, nella giornata dedicata alla Festa del Lavoro, le navi attraccate nei porti di tutto il mondo hanno suonato la sirena per solidarietà ai marittimi e ai comandanti aderendo all’iniziativa promossa dall’armamento mondiale (International Chamber of Shipping) ed europeo (European Community Shipowners’ Associations) e dal sindacato internazionale dei marittimi (International Transport Workers’ Federation) sollecitando tutte le compagnie di navigazione italiane, affinché i comandanti delle navi ormeggiate o ancorate in rada in tutti i bacini mondiali suonino le loro sirene a mezzogiorno della Festa del Lavoro.

“In questo difficile momento anche sullo stretto di Messina si vuole richiamare l’attenzione di governi e opinione pubblica sul settore marittimo e sul difficile frangente occupazionale che vive la “gente di mare” – dichiara il coordinamento marittimo UIltrasporti Messina – e sugli attuali problemi degli equipaggi a causa dell’emergenza COVID-19 che crea grosse difficoltà organizzative ma anche problematiche occupazionali e salariali per tutto l’indotto, settore economico strategico per l’area dello stretto e che devono essere attenzionate dalle Istituzioni nazionali.