Oggi in piazza Unione Europea a Messina, è stata conferita dal Vicesindaco Salvatore Mondello l’Onorificenza delle “Chiavi della Città”

A BENEFICIARNE, SONO STATI I RAPPRESENTANTI DELLA BRIGATA MECCANIZZATA AOSTA

536

“Per l’alto valore sociale ed etico dell’impegno profuso sui territori internazionali, nazionali e locali; per i significativi contributi di cooperazione che la Brigata Aosta ha sempre saputo esprimere nel tempo, rinsaldando i rapporti di sinergia e di fiducia, quale prezioso ed esclusivo strumento di condivisione interistituzionale”. Con questa motivazione, incisa su una pergamena, nel corso della cerimonia di saluto per il rientro della Brigata “Aosta” dai Teatri Operativi libanese, kosovaro, somalo e da Gibuti tenutasi oggi, a piazza Unione Europea, il Vicesindaco Salvatore Mondello ha consegnato al Comandante della Brigata Meccanizzata Aosta Generale Bruno Pisciotta, le “Chiavi della Città”. All’evento hanno preso parte il Prefetto Maria Carmela Librizzi, gli Assessori alla Polizia Municipale Dafne Musolino e alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli, il Generale di corpo d’armata Rosario Castellano, Comandante delle Forze Operative Sud dell’Esercito Italiano, autorità militari civili e religiose, e personalità libanesi che hanno collaborato con il contingente italiano durante la missione in Libano.

Nel consegnare il riconoscimento il Vicesindaco ha manifestato che: “Il 20 dicembre dell’anno 2019, sarà ricordato, a Messina, come il giorno che celebra la piena condivisione tra la nostra Città e la gloriosa Brigata Meccanizzata Aosta, il cui contingente italiano, composto interamente da unità siciliane, ha appena portato a termine un importante progetto di cooperazione in Libano, in aderenza al mandato conferito dalla Risoluzione 1701/2006 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. L’Amministrazione Comunale di Messina, ha inteso suggellare il rapporto di fiducia, stima ed ammirazione nei confronti dell’operato dei Caschi Blu del Contingente Italiano UNIFIL in terra libanese, attraverso il conferimento delle ‘Chiavi della Città’. Con tale gesto, dall’altissimo valore simbolico, viene tributato uno straordinario atto di riconoscimento pubblico, che il Comune di Messina intende attribuire, per l’importante attività di assistenza prestata alla comunità libanese, sia attraverso progetti di rinnovamento infrastrutturale, sia per l’interazione con la componente civile della popolazione locale, sia anche con attività di trasferimento tecnologico e di cooperazione nel comparto Agroalimentare e delle Scienze della Vita tra la Sicilia e il Libano. Il nutrito programma, a cui peraltro l’Amministrazione Comunale ha preso parte con una specifica missione in terra libanese, ha consentito di effettuare visite guidate ad aziende agroalimentari nel sud del Libano e sottoscrizione di accordi quadro di cooperazione per lo sviluppo e per l’avviamento di iniziative per il miglioramento dei regimi di qualità e sicurezza alimentare, dell’efficientamento dei processi di produzione agricola e di trasformazione agroindustriale, dello scambio di buone prassi tecniche, di tecnologie e di tradizioni legate alla cultura del cibo. Non può dunque che essere espresso, massimo apprezzamento per l’affermazione dei valori di solidarietà, sicurezza e consolidamento dei rapporti internazionali, che il contingente dell’Esercito Italiano su base Brigata Aosta ha saputo rappresentare, fornendo un significativo impulso alla microeconomia locale e mantenendo alta la percezione di presenza sul territorio. Tali pregevoli obiettivi, assumono un valore ancora più intenso, in un momento storico di particolare fragilità degli equilibri internazionali; un contesto in cui i progetti di cooperazione conclusi con successo, così come egregiamente fatto dalle nostre Forze Armate, sono motivo di grande orgoglio per tutta la comunità. Messina, oltre a condividere il merito delle missioni internazionali, manifesta profondo ringraziamento per i pregevoli contributi che la Brigata ha generosamente offerto al nostro territorio, attraverso attività di protezione civile, sicurezza nelle strade, collaborazione alla costruzione della città pubblica e, non ultima, la cessione di un asilo perfettamente attrezzato, di cui la comunità messinese a breve potrà fruire. Per tutto quanto menzionato e per le future e proficue sinergie che continueranno a rinsaldare il rapporto di sintonia e partecipazione, l’Amministrazione Comunale di Messina è quindi onorata di conferire le ‘Chiavi della Città’ al Contingente Italiano UNIFIL su Base Brigata Aosta, con gratitudine e riconoscenza”.

Il generale Castellano ha espresso parole di ringraziamento alla Brigata Aosta per essersi distinta quest’anno in numerose missioni sia sul territorio nazionale che all’estero, mentre il generale Pisciotta, che è stato responsabile del Sector West della Missione UNIFIL, con sede a Shama, ha rivolto un sentito pensiero a coloro che hanno sacrificato la propria vita per la Patria, partendo dalla Sicilia verso i luoghi nei quali il Paese li ha chiamati ad intervenire. La cerimonia si è poi conclusa nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, con un rinfresco offerto dal Comando della Brigata. Il Sindaco Cateno De Luca nel porgere i propri saluti al contingente italiano per l’attività svolta ha auspicato il consolidamento di una sempre più proficua sinergia con tutti gli enti presenti sul territorio. L’Assessore Musolino, che ha coordinato il servizio della Polizia Municipale sia nei giorni antecedenti che durante la celebrazione dell’evento, ha ringraziato il responsabile del Servizio Radiomobile commissario Gaetano La Mazza e tutti gli agenti che hanno collaborato con grande spirito di servizio e professionalità per la buona riuscita della manifestazione.