Palermo: blitz dei Carabinieri del Ros di Trapani, coordinati dalla Procura palermitana

FERMATI, 14 PRESUNTI FIANCHEGGIATORI DEL SUPER LATITANTE MATTEO MESSINA DENARO

758

La Procura distrettuale antimafia di Palermo, diretta dal procuratore capo dell’Ufficio, dottor Francesco Lo Voi, ha emesso 14 provvedimenti di fermo a carico di presunti fiancheggiatori del boss latitante Matteo Messina Denaro.

Nell’esecuzione di tali provvedimenti giudiziari, sono impegnati dalle prime ore di oggi i Carabinieri del Ros ed i colleghi del Comando di Trapani. La zona ove è in corso l’operazione è quella tra Marsala e Petrosino, infatti sono del 2015 alcune intercettazioni delle forze dell’ordine grazie alle quali potrebbe presumersi una presenza del numero 1 di cosa nostra proprio in quei luoghi, due anni fa.

I reati ipotizzati, contro gli odierni arrestati, vanno dall’associazione mafiosa, all’estorsione e detenzione illegale di armi, unitamente ad altri illeciti compiuti perseguendo finalità mafiose.

I Ros, attraverso la loro azione di indagine, hanno delineato gli organigrammi della cosca di Marsala, documentando inoltre i contrasti esistenti all’interno della consorteria mafiosa, a causa degli interessi contrapposti sulla spartizione dei proventi connessi alle attività non lecite. A pacificare gli animi, sarebbe stato lo stesso Messina Denaro.

Operazione Visir del Ros contro la cosca di Marsala

Terra bruciata intorno a Matteo Messina Denaro, 14 arresti dei Carabinieri contro la cosca di Marsala http://palermo.blogsicilia.it/mafia-14-fermi-per-estorsioni-e-detenzione-di-armi-sono-uomini-di-matteo-messina-denaro/391609/

Pubblicato da BlogSicilia su Martedì 9 maggio 2017