Paolo Roat (CCDU): “Appello a Zaia…, quei Servizi Sociali che utilizzano pratiche coercitive e reazionarie di matrice psichiatrica vanno riformati” [Video]

"SIAMO QUI' PER DIFENDERE NON SOLO UNA FAMIGLIA, MA TUTTE LE FAMIGLIE ITALIANE DALLE SOTTRAZIONI DI MINORI BASATE SU TEORIE CHE NON TROVANO RISCONTRO NELLA REALTA'

0
1751

Dopo l’evento di ieri, tenutosi innanzi al Palazzo della Regione Veneto, Paolo Roat del C.C.D.U. presente a questa iniziativa, scrive: “appello a Zaia… quei Servizi Sociali che utilizzano pratiche coercitive e reazionarie di matrice psichiatrica vanno riformati. Ieri genitori, cittadini, attivisti per i diritti umani si sono riuniti a Venezia per protestare contro le pratiche coercitive e reazionarie di matrice psichiatrica utilizzate da alcuni Servizi Sociali. Alla manifestazione hanno partecipato genitori e nonni vittime di alcuni casi di giustizia minorile kafkiana”.

“Lanciamo un appello al Governatore Zaia affinché ci riceva, e ci permetta di spiegare cosa succede; e chiediamo la sospensione immediata dal caso dei professionisti che si sono occupati di questa famiglia, e l’avvio di un’indagine disciplinare”.

“Numerose persone hanno portato il loro supporto per aiutare una famiglia della provincia di Venezia alla quale sono stati strappati i figli in modo aggressivo e sospetto; in molti hanno chiesto informazioni ai volontari su come potersi difendere”.

“La famiglia seguita dall’avvocato Francesco Miraglia, ha ringraziato il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani onlus per il supporto ricevuto…! Da quando il C.C.D.U. é al nostro fianco, non ci sentiamo più soli”.