Presentati a Palazzo Zanca: il bando pubblico Pon inclusione e i progetti di investimento per piccole e medie imprese

DAL SINDACO DI MESSINA CATENO DE LUCA E DALLE ASSESSORE CARLOTTA PREVITI, CON DELEGA AI FINANZIAMENTI EUROPEI E ALESSANDRA CALAFIORE, ALLE POLITICHE SOCIALI

269

Il sindaco Cateno De Luca e gli assessori con delega ai Finanziamenti Europei Carlotta Previti e alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore hanno illustrato oggi ai giornalisti a Palazzo Zanca le modalità di accesso al bando pubblico per i tirocini di inclusione sociale. Nel corso dell’incontro sono state presentate anche le misure di Agenda Urbana PO-FESR 2014-2020 a sostegno delle imprese del territorio operanti nelle filiere turistiche, culturali, dello spettacolo e dei prodotti tradizionali e tipici.

Ha evidenziato l’assessore Calafiore: “la domanda per partecipare al tirocinio formativo del bando Pon Inclusione Sociale è attiva da oggi, mercoledì 22, e potrà essere presentata entro e non oltre le ore 12 del 21 giugno 2019. Requisito per avere accesso è essere beneficiari di REI/RDC e altri requisiti previsti dallo stesso. La somma percepita per il tirocinio è di 600 euro mensili ed avrà la durata di 12 mesi e con buona probabilità potrà essere prorogato attraverso il Fondo Povertà. Con riferimento ai tirocini formativi si precisa che con la rimodulazione del Pon Inclusione, già in corso, potranno essere attivati altri 150 tirocini formativi e sarà utilizzata la stessa graduatoria che verrà costituita attraverso il presente avviso. Pertanto, saranno attivati complessivamente circa 300 tirocini della durata di 12 mesi con la buona probabilità di essere prorogati”.

L’assessore Previti, ha sottolineato che: “entro il mese di ottobre, questa misura di inclusione sociale sarà attivata anche per i residenti nelle aree di risanamento e per coloro che comunque si trovano in situazioni di disagio abitativo, nonché per quelli che hanno nel nucleo familiare un soggetto disabile. Relativamente ai regimi di aiuto per le imprese i bandi saranno pubblicati dall’assessorato Attività Produttive della Regione Siciliana entro il 30 giugno 2019 soltanto per le imprese del territorio del Comune di Messina. La dotazione finanziaria è di 3.868.808,40 e saranno finanziate circa una trentina di imprese per progetti di investimento per un importo minimo di 150 mila euro ed un contributo a fondo perduto fino al 75 % delle spese ammissibili. I destinatari sono le micro, piccole e medio imprese costituiti da non meno di 36 mesi dalla data di presentazione della domanda di finanziamento e le reti di imprese costituite da almeno tre imprese, e in questo caso non sussiste l’obbligo di costituzione da non meno di 36 mesi. Le imprese devono operare nei settori, artistico, culturale e dello spettacolo, prodotti artigianali tradizionali e tipici del territorio, servizi di alloggio e ristorazione, servizi per favorire l’accessibilità degli attrattori culturali, servizi di informazione e comunicazione”.