Puli-AMO Messina è pronta ad indossare nuovamente i guanti da giardiniere per le iniziative popolari volte al decoro, alla pulizia ed alla riscoperta dei luoghi più belli e suggestivi della Città

NUOVO APPUNTAMENTO DOMENICA 9 GIUGNO ALLE ORE 10, IN PIAZZA XXV APRILE A SAN LICANDRO PER RESTITUIRE CIVILTA' ALLA VICINA VILLETTA

0
486

Puli-AMO Messina è pronta ad indossare nuovamente i guanti da giardiniere per le iniziative popolari volte al decoro, alla pulizia ed alla riscoperta dei luoghi più belli e suggestivi della Città, dove sono i cittadini i veri protagonisti della rinascita dell’identità messinese. Nuovo appuntamento domencia 9 giugno alle ore 10, in piazza XXV aprile per restituire decoro al vicino spazio verde del Quinto Quartiere.

POSIZIONE – La villetta si si trova all’incrocio tra via Leonardo Sciascia e via San Licandro
Questa è la posizione esatta per trovarla meglio con Google Maps: https://goo.gl/maps/9tVoytcPwmjujG5k7

COSA FARE?
ERBACCE: l’obiettivo principale della manifestazione sarà estirpare le erbacce che invadono interamente la villetta;
RIFIUTI – l’erba alta ha favorito il proliferarsi indisturbato di rifiuti di ogni tipo, che ben si nascondono intorno e sotto la vegetazione della villa.

QUANDO AGIRE?
L’iniziativa si svolgerà la mattinata del 9 giugno. Ci si incontrerà alla villetta alle ore 10:00, con inizio dei lavori massimo alle 10:30.

COSA PORTARE?
Così come ampiamente detto, per partecipare è necessaria solo la BUONA VOLONTÀ! Essendo però iniziative autofinanziate, saranno GRADITISSIMI:
– Sacchi per spazzatura (non neri);
– guanti da giardiniere e guanti in lattice usa e getta;
– scopa e paletta;
– cesoie o forbici da giardiniere (IMPORTANTI).

INVITATE AMICI ALL’EVENTO!
Grazie, fin da subito, a tutti i volontari per la partecipazione. Tutti gli eventi finora realizzati hanno lo scopo primario di riscoperta di luoghi spesso abbandonati, ignorati o non sufficientemente valorizzati, nella speranza di risvegliare quel senso di appartenenza da anni assopito negli animi dei messinesi. Civiltà, bellezza e rispetto devono essere la nuova costante per una società migliore.