Si è celebrata oggi la festa di San Michele Arcangelo, comandante delle milizie celesti e protettore della Polizia di Stato

ANCHE LA QUESTURA DI MESSINA, HA CELEBRATO IL PATRONO CON DUE DIVERSI APPUNTAMENTI, UNO IN MATTINATA, L'ALTRO NEL POMERIGGIO

850

Si è celebrata oggi la festa di San Michele Arcangelo, comandante delle milizie celesti e protettore della Polizia di Stato. Anche la Questura di Messina, ha reso omaggio al Santo Patrono dedicando la giornata odierna ai poliziotti e alle loro famiglie con due appuntamenti importanti.

Il primo, stamani, presso la Basilica di Sant’Antonio, con la Santa Messa officiata dall’arcivescovo dell’Arcidiocesi di Messina, S.E. Mons. Giovanni Accolla, coadiuvato dal Rettore Rogazionista Padre Mario Magro e dal sacerdote Giovanni Ferrari, Cappellano della Polizia di Stato.

Il secondo, nel pomeriggio, presso il complesso Nicola Calipari con il Family Day 2019: la caserma apre le porte ai familiari dei poliziotti e dell’Amministrazione Civile dell’Interno. Durante i festeggiamenti della 15^ edizione, si è inserita in questo contesto, la consegna da parte del questore dr. Vito Calvino degli attestati di riconoscimento e delle onorificenze agli agenti distintisi per il loro impegno e i risultati ottenuti.

Sono però i bambini i veri protagonisti dei festeggiamenti: a loro sono dedicate le esibizioni del cane pastore anti-droga “in forza” alla squadra cinofila, quelle degli operatori della Polizia Stradale e della Polizia Ferroviaria con cui scopriranno come e con quali mezzi lavora un poliziotto. Presenti anche gli operatori del locale Gabinetto di Polizia Scientifica con cui i bimbi potranno imparare come si rileva un’impronta e come si circoscrive la scena del crimine.