Sulla gestione di villa Dante a Messina, interviene il consigliere circoscrizionale Alessandro Cacciotto

CHE RIVOLTO AI COMPONENTI DELL'ALL'AMMINISTRAZIONE DE LUCA, LI ESORTA A SEGUIRE LE INDICAZIONI FORMULATE DAI RAPPRESENTANTI DEL TERZO QUARTIERE

0
179

Il consigliere della Terza Circoscrizione Alessandro Cacciotto, con la seguente nota, chiede che per  la gestione di villa Dante l’Amministrazione segua l’indirizzo deciso dalla Circoscrizione.

Nel testo viene evidenziato che: “si condivide l’intento dell’Amministrazione Comunale volta alla gestione da parte di terzi di aree ricadenti sul territorio comunale. E’ infatti evidente che, soprattutto per la mancanza di risorse, il Comune non possa farsi carico della gestione di molte aree comunali. Un distinguo deve indubbiamente essere fatto per quanto riguarda la gestione del più grande polmone verde in città… villa Dante”.

“Il precedente Consiglio Circoscrizionale, di cui lo scrivente ha fatto parte, dopo una seduta aperta tenutasi proprio a villa Dante in presenza dell’ex sindaco, il 09 agosto 2013, ha esitato una delibera che prevede una gestione plurisoggettiva di villa Dante. In particolare il 21 novembre 2013, una delibera approvata dal Consiglio Circoscrizionale ha deciso per l’attivazione di un procedimento che conduca all’affidamento in gestione degli spazi sociali ricadenti nella stessa villa”.

“Trattasi di un atto di indirizzo attraverso cui si esprime l’intendimento di far sì che il centro sociale e le relative pertinenze, l’Arena anfiteatro e la stessa piscina, diventino finalmente fruibili per tutti i cittadini. Per farlo, è necessaria l’attivazione di procedure ad evidenza pubblica specifiche per ogni tipologia di struttura che si intende affidare in gestione”.

Le diverse tipologie strutturali, rinvenibili all’interno di villa Dante sono:

CENTRO SOCIALE
Per quanto riguarda il centro sociale, unitamente al campo da bocce, al campetto da calcetto, alla piscina, ai campi da tennis, la Circoscrizione si è espressa sulla ricerca di un’Associazione di volontariato o più associazioni o Enti di promozione Sportiva riconoscibili e riconosciuti per la loro azione sociale e disinteressata svolta nel corso degli anni, privilegiando, ove possibile, coloro che operano nel territorio della Terza Circoscrizione, al fine di creare un centro di aggregazione, realizzando e proponendo a bambini, giovani, adulti e anziani attività socio-educative, ricreative e sportive.

ARENA
Per quanto riguarda l’Arena, chiusa al pubblico da anni se non per singolari eventi, la delibera esitata dalla Circoscrizione mira a garantire una duplice funzione dell’impianto: sportivo (calcio a 5, pallavolo, basket, ecc.) ludico – culturale, (spettacoli musicali e/o teatrali). Una o più associazioni sportive o Enti di Promozione sportiva potrebbero divenire affidatarie allo scopo di consentire la massima fruizione dell’impianto per lo svolgimento di attività sportive. Quanto all’impiego dell’Arena per spettacoli ed eventi, la Circoscrizione ha individuato la necessità di un affidamento ad operatori privati specialisti del settore, consentendo comunque la possibilità di realizzare attività teatrali, musicali e culturali in genere anche alle compagnie amatoriali cittadine.

La Circoscrizione ha altresì deliberato la costituzione di un apposito Comitato di Gestione, che contempli tutti i soggetti coinvolti nella gestione, nonché la necessità di un regolamento per la fruizione delle strutture. Tutto ciò premesso, il consigliere circoscrizionale invita l’Amministrazione ad osservare la delibera circoscrizionale riguardo la gestione di villa Dante, che pur non avendo la presunzione di essere esaustiva, traccia indubbiamente delle linee guida per quanto concerne la gestione e l’utilizzo dell’importante polmone verde cittadino i responsabili ad un incontro con il Consiglio della Terza Circoscrizione, da concordare, al fine di tracciare un percorso comune che dia il giusto decoro, anche per quanto riguarda la gestione e la fruizione, di Villa Dante.