Teatro Vittorio Vittorio Emanuele (ME): per alcuni capigruppo consiliari del centro destra, serve l’intervento della Regione [Video]

PER PIPPO TRISCHITTA (FI), SERVE UN FINANZIAMENTO STRAORDINARIO PER SALVARE LA STRUTTURA

387

Questa mattina, nella Sala Commissioni di Palazzo Zanca, alcuni capigruppo consiliari tra cui: “Pippo Trischitta, Piero Adamo, Rita La Paglia, Daniela Faranda e Franco Mondello, hanno tenuto una conferenza stampa per porre all’attenzione di tutti l’attuale situazione che riguarda il Teatro Vittorio Emanuele di Messina”.

Due di loro, come Trischitta ed Adamo riferiscono che  il sindaco Accorinti sulla terrazza dell’Ente in occasione dell’avvenuta presentazione della stagione 2017/2018 esultava affermando: “oggi è un giorno di festa perché ricomincia il Teatro”; ma entrambi stamane hanno ricordato come in effetti si tratti di quello stesso Teatro che l’Amministrazione Accorinti non ha mai finanziato risultando ad oggi inadempiente sul versamento della propria quota annuale pari a 100.000,00 euro.

Così i consiglieri intervenuti oggi alla riunione, hanno chiesto un intervento straordinario del quale si faccia carico la Regione siciliana. Specificando che se lo stesso dovesse essere approvato dall’assessore Sandro Pappalardo, dovrebbe venire vincolato ad obiettivi specifici come ad esempio l’inquadramento dell’insieme dei lavoratori.

Questo secondo i proponenti, sarebbe l’unico modo per salvare un Teatro che non mette in scena produzioni proprie, per l’inesistenza di: “tecnici, macchinisti, orchestrali e sarte”, l’ossatura di qualsiasi complesso teatrale che si rispetti.

Per saperne di più, è possibile seguire l’intervista realizzata da Giuseppe Bevacqua di: “www.vocedipopolo.it”.