Ulteriore denunzia dei componenti della Uilrasporti e della Filt Cgil, sui controlli nello Stretto di Messina

"QUESTA MATTINA, 85 PASSEGGERI SONO GIUNTI IN CITTÀ SENZA ALCUN CONTROLLO MEDICO"

0
213

Ulteriore denunzia dei componenti della Uilrasporti e della Filt Cgil, sui controlli nello Stretto.

I responsabili delle due strutture sindacali scrivono in una nota: “riscontriamo passi indietro nei controlli sanitari, questa mattina nella corsa marittima delle ore 07:00 Me/Reggio Calabria andata e ritorno per 85 viaggiatori transitati sulle sponde dello stretto nessun controllo sanitario con termo scan”.

Proseguono Michele Barresi e Carmelo Garufi, segretari generali di Uilt e Filt Ggil: “si deve alzare il livello di guardia, non abbassarlo. Nonostante da settimane denunciamo la mancanza di rilievi della temperatura ai passeggeri in imbarco da Villa SG e Reggio Calabria riscontriamo pericolosi passi indietro, ed oggi assenti anche i controlli sanitari a Messina che fino ad oggi vi erano sempre stati”.

“Non basta e non smetteremo di ripeterlo, possiamo solo ringraziare il lavoro profuso dalle forze dell’ordine sempre presenti al controllo delle certificazioni e per le precauzioni poste in essere dalle aziende ma tutto è vanificato dalla carenza di controlli medici che mettono a rischio utenti e lavoratori. Il grido d’allarme lo rilanciamo alle Istituzioni e al Sindaco di Messina, di certo molto impegnati sulla Rada San Francesco e con ipotetiche banche dati – concludono i sindacalisti – ma questa mattina 85 passeggeri sono giunti in città senza alcun controllo medico”.