“Un’altra vita”. Il romanzo d’esordio della dottoressa Tiziana Russo

0
102

Una storia ricca di sentimenti, un concentrato di emozioni in senso lato, di amicizie vere, sincere e che si perdono nella notte dei tempi; si parla di complicità, di omosessualità, di problemi legati alle giornate lavorative nell’ambiente non semplice come quello ospedaliero, di difficoltà oggettive e quotidiane che, forse, solo chi le conosce e le vive dall’interno può comprendere fino in fondo.

Protagonisti del racconto sono Pierpaolo Malaspina, giudice milanese, il quale, lavora in Sicilia su cause perditempo. L’ultima riguarda l’attribuzione di paternità di un imprenditore deceduto. Tutti i CTU hanno rifiutato, tranne la dottoressa Chiara Brigandì, alla sua prima consulenza. Chiara contatta spesso Pierpaolo, che la considera una piaga, un’imbranata. Una sera, per lavoro, i due si incontrano e il giudice si accorge che Chiara non è affatto una scocciatura.

Sono questi gli argomenti trattati da Tiziana Russo, nata a Messina nel 1982, che risiede e lavora a Milano, specializzata in Chirurgia Pediatricacon un Dottorato di Ricerca in Biotecnologie Mediche e Chirurgiche, al’interno del libro “Un’altra vita”, suo romanzo che segna l’esordio come scrittirce e  pubblicato dalla casa editrice “il seme bianco.

Il  romanzo sarà presentato martedì 7 agosto alle ore 19 presso la splendida location del “Lido Club Octopus”. Introdurrà il blogger Messinese de “La Gilda dei Lettori” Marco Schifilliti mentre con l’autrice dialogherà Pietro Genovese, collaboratore giornalistico, in rappresentanza della testata “Tempostretto.it”.