L’Associazione teatrale “Lorenzo Guarnera” presenta a Messina “L’eredità dello zio canonico”

Mercoledì 21 febbraio alle ore 21:15 presso il Teatro Vittorio Emanuele di Messina

1428
L'eredità dello zio canonico

“Siamo giunti ormai all’ultimo giro di giostra prima del debutto ufficiale della nuova Associazione Teatrale “Lorenzo Guarnera”, formatasi nel settembre dello scorso anno grazie alla caparbietà dell’attore messinese Lorenzo Guarnera, già noto nel panorama locale da circa cinquant’anni nella veste di musicista e cabarettista, in particolare presso la Radio Televisione Peloritana, ma anche come regista e attore cinematografico.

Il primo lavoro che Guarnera ha scelto di rielaborare in questi mesi è la commedia esilarante in dialetto L’eredità dello zio canonico, di Antonio Russo Giusti, che verrà presentata al pubblico mercoledì 21 febbraio alle ore 21:15 presso il Teatro Vittorio Emanuele di Messina dopo una straordinaria adesione mattutina da parte delle scuole, che hanno accolto con gioia ed entusiasmo uno dei più grandi capolavori della tradizione siciliana.

La scelta di esibirsi anche per le scuole è mossa dalla voglia di diffondere la cultura siciliana anche tra i più giovani. Non è un caso che all’interno del cast siano stati scelti dei ragazzi come Sabrina Samperi, Gabriele Celona e Fabrizio Siracusano, attori che vantano già diverse partecipazioni teatrali e cinematografiche e che in modi diversi sapranno distinguersi con personaggi caratteristici e studiati nel dettaglio.

Impossibile non citare le attrici Graziella Alfieri e Ivana Pittella, che dopo una lunga carriera teatrale ritornano a calcare il palcoscenico donando al pubblico tutta la loro esperienza e l’incredibile professionalità maturata nel corso degli anni.

Ma non è tutto: a completare il cast di quest’opera troverete numerosi altri attori indispensabili per la buona riuscita dello spettacolo, alcuni dilettanti e altri professionisti, che già hanno lavorato al fianco di Lorenzo Guarnera e di altri registi rinomati: Silvana Foti, Gaetano Murabito, Giuseppe Valenti, Francesco Micari e Giuseppe Tuzzo.

Un cast completo ed eclettico, quello scelto da Guarnera, che, nonostante le differenze generazionali dei vari attori che lo compongono, nei fatti non può che essere adatto per la rappresentazione di una commedia particolare che di per sé mostra tante facce: una vanità egocentrica, qualche volta un velo di remissività disarmata, un lampo di languida tristezza dietro la morale dell’opera, subito ripresa da un’ilarità incalzante che viaggia errante per tutta la durata dei tre atti.

A completare il gruppo suddetto troviamo l’aiuto regista Ylenia Cambria, nonché responsabile delle comunicazioni e della gestione dei social, che ha seguito incessantemente la nascita dell’opera e il suo svolgimento, sia dal punto di vista burocratico, sia da quello artistico; per la direzione della scena il regista ha scelto Carmelo Samperi, che con la sua creatività e la sua accortezza si è dedicato anche ai costumi; la scenografia sarà di un vero e proprio professionista: Davide Balsamo, direttamente da Catania; per il trucco le giovanissime ma già esperte Federica Bucolo e Valeria Botta e infine, ma non per importanza, l’Audio e le Luci di Dino Privitera con le riprese e la fotografia di Adone Guerini e Donato Grimaldi.

I biglietti saranno in vendita fin da subito al numero 347 5801056, e presso la Hall del Teatro a partire dal 16 febbraio dalle 10:00 alle ore 12:00. Vi aspettiamo per passare insieme una serata ricca di grasse risate e di spensieratezza.”

(Ylenia Cambria)