Ermal Meta, in Teatro con: “Gnu Quartet”

L'11 FEBBRAIO 2019 A CATANIA AL TEATRO METROPITAN, IL 12 FEBBRAIO A PALERMO PRESSO IL TEATRO AL MASSIMO

519

Da una importante società che si occupa di concerti, giunge la comunicazione per annunciare alcune importanti date del prossimo anno, in questa nota che si riferisce al cantautore Ermal Meta si specifica: “reduce dal grandissimo successo del tour estivo, che lo ha visto esibirsi anche nella splendida location del Teatro antico di Taormina, Ermal Meta riparte per una nuova avventura, nei Teatri affiancato dagli GnuQuartet”.

Non mancherà la Sicilia, con due imperdibili date, organizzate da Puntoeacapo: “lunedì 11 febbraio Catania (Teatro Metropolitan, ore 21), martedì 12 febbraio Palermo (Teatro Al Massimo, ore 21), con la direzione artistica di Nuccio La Ferlita”.

“Le canzoni, con nuovi ed esclusivi abiti da sera, cuciti su misura da nuovi arrangiamenti per viola, violino, violoncello e flauto, entreranno in -punta di fioretto- in molti tra i Teatri più belli d’Italia”.

Questa la costante, il fil rouge che unisce la musica dal vivo di Ermal Meta, in qualsiasi versione la si ascolti: “la bellezza… colei che ci salverà. Lo scorso venerdì 19 ottobre Ermal Meta ha pubblicato il video del nuovo singolo -9 primavere-, quarto estratto dal suo ultimo album -Non abbiamo armi-“.

Ermal Meta: “dal Forum di Assago al Palazzo dei Congressi di Lugano; di sold out in sold out dalla prima tappa allì’ultimo concerto del -Non Abbiamo Armi Tour-, celebrato con il Disco di Platino per l’album -Non Abbiamo Armi- e con l’Oro per il singolo -Dall’Alba al Tramonto- (in precedenza, va ricordato anche il Platino per Non Mi Avete Fatto Niente)”.

“Durante l’estate 2018 ha realizzato un tour indimenticabile; al di là dei numerosissimi sold out e delle decine di migliaia di persone che sono accorse sotto ai palchi – circa 100.000 paganti – va sottolineata la bellezza delle location che hanno ospitato il -Non Abbiamo Armi Tour-… dal Foro Italico di Roma, al Real Belvedere di Caserta; da piazza Santissima Annunziata a Firenze, al Castello Scaligero di Villafranca (VR); da villa Manin in provincia di Udine a l’Abbazia di San Galgano a Chiusdino (SI); dall’Anfiteatro di Tharros in Sardegna al Teatro Antico di Taormina (solo per citarne alcune)…”.