Federica Bovolenta, moglie di Vigor, si è descritta oggi a Domenica In su Rai1

INTERVISTATA DA MARA VENIER

521

Federica Bovolenta, moglie del campione della Pallavolo Vigor morto il 24 marzo 2012 a Macerata, si è descritta oggi a Domenica In su Rai1, intervistata da Mara Venier.

Ecco, cosa ha riferito Federica: “con Vigor, è stato un colpo di fulmine. Ci siamo piaciuti, anche se ci conoscevamo già perchè nell’ambiente è così. I medici a 26 anni, ci avevano detto che non potevamo avere figli. Poi ci siamo presi per mano e da la abbiamo fatto quattro angeli… sono arrivati”.

“La fecondazione assistita che ho affrontato, non è facile. Il consiglio che do a tutti è che la speranza è l’ultima a morire. Per qualsiasi cosa c’è un Piano b. Lui era una brava persona, con un cuore grande. Era un uomo dal cuore grande ed è questo che lui ha lasciato. Era una persona molto buona altruista”.

“Quando è successo ero con una mia amica, Novella, mi arrivò una telefonata da Macerata nella quale mi avvertirono… Bovo sta male. Chiunque puo’ vedere una storia in televisione, ma pensi… capiterà a me?”.

“Ed in Ospedale mi specificarono: “suo marito non ce l’ha fatta non c’è più. Io da allora mi dissi…, non mi distrugge più nessuno. Andrea il 5° figlio è nato dentro la donna giusta, nella famiglia giusta ed al momento giusto. Non bisogna avere paura, ne delle nascite ne di morire, dunque ho chiesto a mio marito alzando gli occhi al cielo cosa fare con quella nuova vita”.

La Bovolenta, ha chiamato ad un certo punto della trasmissione i cinque figli… Alessandro, Arianna, Angelica, Aurora e Andrea, che hanno detto della loro mamma che è grande. Lei invece ha detto di loro, che non è facile essere prole d’arte ma ognuno di essi ha la strada davanti da percorrere.