A parlare in una nota, il presidente della V^ Circoscrizione di Messina, Ivan Cutè: “La presente si rende necessaria apprese certe ricostruzioni emerse sugli organi di informazione in data odierna al fine di interpretare correttamente il ruolo da me svolto al tavolo tecnico indetto ieri dall’assessore Dafne Musolino”

“IN TEMA DI ORDINANZA SINDACALE”

136

A parlare in una nota che pubblichiamo integralmente il presidente della V^ Circoscrizione di Messina, Ivan Cutè: “la presente si rende necessaria apprese certe ricostruzioni emerse sugli organi di informazione in data odierna al fine di interpretare correttamente il ruolo da me svolto al tavolo tecnico indetto ieri dall’assessore Dafne Musolino in tema di ordinanza sindacale relativa agli orari che regoleranno le emissioni sonore per la stagione estiva”.

Cutè prosegue: “a tal proposito, mi preme specificare che, contrariamente a quanto riportato e come già fatto nelle sedi opportune, intendo rimarcare la mia personale distanza dalla proposta di emissioni sonore proposta e ribadisco ancora una volta che sarebbe opportuno prevedere degli stringenti divieti di emissioni sonore ad inizio settimana, evitando l’inquinamento acustico che potrebbe arrecare disturbo ai residenti. Di contro, in concomitanza coi fine settimana, è corretto prevedere una flessibilità degli orari di emissione sonora, a tutela sia del legittimo diritto di impresa degli esercenti, che della vocazione turistica della città”.

Conclude il presidente Cutè: “per tali ragioni, apprese sulla stampa le previsioni della proposta di ordinanza, mi preme prendere le distanze da quanto ipotizzato, auspicando che nella decisione finale del Sindaco della Città di Messina, il quale è l’unico preposto a firmare la relativa ordinanza, si possano prendere in considerazione le motivazioni di logicità e di contestuale contemperamento degli interessi di imprenditori e residenti che sono state addotte nella presente nota di rettifica”.